TURISMO. Presentata Borsa delle 100 Città d’Arte. Confesercenti: “Punto di forza contro la crisi”

"Questa crisi sta mettendo a dura prova il settore del turismo, per questo serve che il Governo non stia a guardare e dia subito risposte rapide. Subito e non fra mesi: serve una riduzione della tassazione a partire dall’Iva, serve un Enit in grado di scendere in campo con iniziative forti, serve un piano di tutela delle pmi di settore sui fronti del credito e del lavoro": è quanto ha dichiarato il presidente di Confesercenti Marco Venturi lanciando la tredicesima edizione della Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte Italia, presentata oggi, che si svolgerà a Ravenna dal 28 al 31 maggio.

I numeri della rassegna vedono 200 espositori, 103 tour operators della domanda da 26 Paesi, 600 operatori italiani dell’offerta, 3.000 contatti commerciali, 150 relatori impegnati nei numerosi eventi congressuali. I cento siti d’arte presenteranno spettacoli, eventi e degustazioni. In particolare, ci saranno stand promozionali per i borghi e le città d’arte e ci sarà un teatro all’aperto, "Porta in scena la tua città", con degustazioni, riproposizioni di antichi mestieri, artigianato, esibizioni musicali e danze folkloristiche. Madrina d’eccezione della Borsa 2009 sarà Josefa Idem, campionessa mondiale e olimpica di canoa, a cui sarà affidato il taglio del nastro della manifestazione.

Per Venturi "la forza di questa iniziativa è allora quella di dare risposta a centinaia di città italiane, ricche di un patrimonio invidiabile sul piano storico e turistico, che hanno bisogno di essere rappresentate nel mondo attraverso l’immagine migliore, quella delle loro innumerevoli bellezze, tradizioni, qualità dell’offerta enogastronomia".

"La crisi economica – ha detto – non dà tregua: ma proprio per questo non si deve disarmare, non si deve indossare l’abito della rinuncia ed abdicare a quella vocazione di promozione turistica che il nostro Paese invece ha fra le sue armi migliori se le vuole usare davvero. Reagire e fare dell’offerta turistica, in particolare quella che proviene dalle città d’arte, un punto di forza per contrastare gli esiti negativi della crisi è una scelta prioritaria da assumere come Paese se non vogliamo rischiare molto in questo difficile 2009". Per la Confesercenti gli interventi di sostegno alle pmi e alla imprese che possono rilanciare il turismo poggiano su tre azioni: allungamento della stagionalità turistica, efficienza di Enit-Agenzia nazionale del turismo e di un portale che promuova cultura e bellezze turistiche, "volontà politica nuova che scommetta sul turismo e sul turismo delle città d’arte come uno dei volani fondamentali per ritrovare la via della crescita economica".

Comments are closed.