TURISMO. Prezzi hotel, Trivago: Italia, aumentano prezzi al mare. Europa: la convenienza è all’Est

Con l’estate dietro l’angolo aumentano i prezzi degli hotel destinazione mare in Italia – soprattutto per le località del centro nord, mentre le coste di Sicilia e Calabria sono le più convenienti – e diminuiscono quelli degli alberghi nelle città d’arte italiane e nelle metropoli europee: Roma ad esempio segna una flessione del 9%, a Barcellona e Berlino si arriva a meno 10%, a Bruxelles i prezzi scendono del 14%.

I risultati derivano dall’indice dei prezzi hotel elaborato dal motore di ricerca Trivago nell’analisi di giugno. Il cosiddetto trivago Hotel Price Index (tHPI) mostra la media dei prezzi alberghieri per le principali città europee. L’andamento di questo mese registra una leggera frenata per le tariffe degli alberghi in Europa rispetto al precedente mese di maggio: il prezzo medio per una camera d’albergo nel vecchio continente si assesta sui 128 euro a notte, il 4% in meno. A incidere maggiormente è la flessione delle tariffe in molte grandi città: in 35 su 50 destinazioni prese in esame i listini sono in calo rispetto a maggio. In particolare a Bruxelles (127 euro, -14%), Barcellona (140 euro, -10%) e Berlino (100 euro, -10%).

In Italia aumentano invece i prezzi degli hotel di mare. Rimini piazza un aumento di tariffe del 16% rispetto a maggio, con un prezzo medio di 104 euro a notte. Ci sono aumenti sostenuti per le mete costiere del centro nord: Viareggio (147 euro, +31%), Lignano (141 euro, +28%) e Jesolo (133 euro, +28%). Le mete esclusive naturalmente vanno ancora più su nei prezzi: servono 252 euro a camera a Porto Cervo (+28% su maggio), 239 euro a Capri (+12%), 177 euro a Taormina (+4%). Le tariffe sono abbastanza stabili in altre località quali Sorrento (147 euro, +2%) e Ischia (162 euro, +4%). In Sardegna, invece, al via aumenti a doppia cifra per Olbia (122 euro, +13%) e Alghero (126 euro, +16%). Le mete di mare più convenienti si trovano in Calabria e Sicilia: si segnalano Tropea (87 euro, +13%) e Giardini Naxos (112 euro, +5%).

Londra e Parigi segnano tariffe in aumento mentre sono in Spagna e nell’Est Europa le mete più economiche. Le tariffe della penisola iberica evidenziano un calo per i prezzi hotel di Siviglia (91 euro, -33%), Madrid (109 euro, -3%) e Barcellona (140 euro, -10%). In controtendenza vanno invece Londra (205 euro, +7%) e Parigi (190 euro, +6%). Le destinazioni europee più convenienti sono nell’Est Europa con Budapest (82 euro, -6%), Cracovia (84 euro, -5%) e Bucarest (76 euro, -1%).

Comments are closed.