TURISMO. Proposta Fipe: bocciatura da Adoc, MDC favorevole

La Fipe si attiva in nome del turismo lanciando un marchio di trasparenza dei prezzi e un sistema di conciliazione delle controversie fra turisti e imprese. L’Adoc boccia l’iniziativa mentre dal Movimento Difesa del Cittadino arriva il via libera al progetto.

Le proposte della Fipe incontrano la bocciatura dell’Adoc. "Confcommercio – afferma l’associazione – vuole risolvere con una toppa un problema cronico di maleducazione turistica". Per l’associazione, che sta per lanciare uno sportello di assistenza legale per turisti giapponesi, le iniziative di Fipe-Confcommercio servono solo a mascherare il problema. "La Confcommercio tenta di mettere toppe inutili a un problema strutturale e cronico quale la maleducazione turistica – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – largamente diffusa nei bar, ristoranti e strutture ricettive aperte anche agli stranieri. Occorrono nuove regole sulla garanzia della qualità, sul rispetto degli standard europei e internazionali, sulla capacità degli operatori di relazionarsi con i turisti, sul controllo dei prezzi". In particolare, l’Adoc considera il marchio di trasparenza dei prezzi "una soluzione autoreferenziale". E annuncia l’attivazione di uno sportello di assistenza legale per i turisti giapponesi raggiungibile anche online.

Diversa l’opinione di MDC. "Questo accordo di conciliazione deve essere applicato in tutto il Paese coinvolgendo tutte le associazioni del Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli utenti che ne condivideranno lo spirito e le finalità – ha commentato il presidente Antonio Longo – ma ci aspettiamo da parte della FIPE come associazione di categoria un intenso impegno di formazione degli operatori e di monitoraggio della qualità del servizio erogato. Il turista non è un pollo da spennare, perché poi non tornerà più. Le furbizie e addirittura le truffe sono gravi non solo per la credibilità del Paese, ma anche per la stessa categoria, che a lungo andare risentirà le conseguenze della diminuzione di turisti nel nostro Paese".

 

 

Comments are closed.