TURISMO. Ricerca Netcomm-ContactLab: turista sempre più online, “agente di viaggio di se stesso”

Internet si conferma centrale nel turismo, sia per chi usa il web per organizzarsi l’intera vacanza sia per chi cerca solo informazioni. In ogni caso, "l’utente web è sempre più esperto e agente di viaggio di se stesso: aumenta il numero di siti visitato prima di acquistare e prenotare una vacanza, l’uso generale di Internet per informazioni, la ricerca di offerte e il tempo speso online". Inoltre "Internet sarà sempre più il mezzo del futuro per organizzare, prenotare e acquistare le proprie vacanze. L’uso del mezzo online per informarsi non è che il primo passo sulla via che conduce ad un uso completo delle potenzialità di Internet". Sono i risultati cui giunge la ricerca "Consumer Behaviour Report 2010: web, viaggi e vacanze", presentata oggi a Milano e realizzata dal Consorzio italiano del Commercio Elettronico (Netcomm) e dall’azienda italiana di direct marketing digitale ContactLab.

La ricerca è stata fatta su oltre 24 mila questionari completati online. Fra gli acquirenti online del campione (83%), l’88% ha dichiarato di aver utilizzato internet per organizzare le vacanze. L’88% degli acquirenti online ha fatto acquisti legati ai viaggi. Fra questi la maggior parte delle persone compie acquisti nel settore 2/3 volte l’anno (37%), seguite da chi dice di acquistare vacanze online 1 volta l’anno (27%). Esiste un 6% che ha cominciato a quest’anno a comperare turismo su web: i clienti del canale si stanno ancora allargando significativamente.

Dell’88% di chi ha usato internet per organizzare le vacanze, il 42% ha acquistato la vacanza completamente online, il 28% solo per raccogliere informazioni, il 18% per prenotare la vacanza con saldo in agenzia o sul posto. La prima cosa che si cerca online è il posto dove spendere le vacanze (54%) mentre solo in seconda battuta viene l’attenzione al prezzo (24%). Internet viene usato per organizzare vacanze su misura.

Per quanto riguarda i canali sui quali si naviga, al primo posto ci sono i siti delle compagnie aeree (52%) e quelli degli hotel (50%). Seguono i siti delle località turistiche (42%), delle agenzie di viaggio online (35%) e dei consigli di viaggio (33%). L’aver già fatto acquisti su web porta i futuri turisti a sfruttare le potenzialità del mezzo in misura molto completa e sofisticata . I prodotti-vacanza di gran lunga più acquistati dagli acquirenti online sono l’aereo (84%) e l’albergo (71%) , seguiti, nelle preferenze, dall’autonoleggio (28%), il villaggio turistico (20%), il biglietto della nave (19%) ,quelli per musei, concerti, visite guidate, escursioni (18%), l’appartamento in affitto (18%) e il biglietto del treno (11%).

Fra le motivazioni che spingono ad acquistare online, l’attenzione al prezzo (confronto prezzi dell’offerta 56%; prezzi più vantaggiosi 53%), non è l’unica ad attrarre gli utenti. C’è infatti in seconda posizione, "la possibilità di essere autonomi e indipendenti" (54% delle preferenze), seguita a breve distanza dal risparmio di tempo (47%) e dalla varietà di scelta (40%), che dimostrano come l’utente abituato all’acquisto online abbia dei vantaggi di internet una visione ampia ed articolata, consapevole delle potenzialità che l’uso della rete comporta.

Comments are closed.