TURISMO. Sospesa attività del tour operator Todomondo. Aduc: occorre tutelarsi

Prenotazioni e partenze programmate sospese da oggi al 22 luglio. Sono in arrivo nuovi disagi per i viaggiatori che si sono rivolti al tour operator Todomondo di Gallarate (Varese). L’amministratore delegato è stato dimissionato e l’agenzia ha sospeso le prenotazioni e le partenze programmate da oggi 17 luglio fino al 22 luglio, impegnandosi a garantire il ritorno a tutti coloro che sono già in viaggio. Saranno disagi limitati a questa finestra di giorni? Niente affatto secondo l’Aduc, che ricorda come disagi e problemi col tour operator non siano una novità: le proteste sono ormai numerose da più di un anno, afferma l’associazione, e "come ci hanno or ora detto alla camera di commercio di Varese, Todomondo fin dal 2008 non ha mai partecipato ai tentativi di conciliazione extragiudiziale in cui sono stati chiamati da loro clienti". Quella che si prospetta è una situazione problematica da tempo.

Cosa fare? "Consigliamo a tutti coloro che hanno prenotato con Todomondo, avendo dato un acconto o anche pagato tutto, di risolvere il contratto mettendo in mora il tour operator, pretendendo il rimborso del pagato e i danni subiti – afferma l’Aduc – Per chi è già in viaggio, invece, oltre a sperare che l’impegno di Todomondo a farli rientrare sia mantenuto, in caso di impossibilità economica di provvedere per contro proprio, ci si potrà rivolgere alla autorità consolari italiane. Al rientro, anche questi viaggiatori, entro 10 giorni, dovranno provvedere a mettere in mora Todomondo con l’aggiunta dello specifico danno del rientro a proprio carico e i conseguenti disagi fisici e psicologici".

Comments are closed.