TURISMO. Stagione 2010, Confesercenti: risultati poco soddisfacenti

Un’estate problematica e con risultati poco soddisfacenti per le imprese alberghiere. E’ quanto rileva Asshotel Confesercenti che ha individuato le cause nella scarsa propensione ai consumi, condizioni meteo poco favorevoli, il cambiamento dei consumi turistici e l’aumento delle vacanze "mordi e fuggi". C’è stata da parte delle famiglie italiane una ricerca esasperata del low cost a tutti i livelli, dai trasporti alla sistemazione alberghiera a discapito della qualità, la durata della vacanza è stata mediamente inferiore al passato, così come la spesa media per turista. Ed i molti nodi del turismo italiano, a partire da un sistema di promo commercializzazione disorganico, frammentato ed inefficace, restano irrisolti.

Secondo Confesercenti, il mare è in costante declino dal 73% del 2006 al 47% del 2010, per un cambio delle abitudini da parte dei consumatori che diversificano le loro vacanze a favore della montagna, di vacanze verdi e di percorsi culturali in costante ascesa.

Comments are closed.