TURISMO. Tendenza low cost, CODICI lancia 10 comandamenti per viaggi a basso costo

Turismo e viaggi low cost, la tendenza è in costante aumento, complice la minore disponibilità di risorse economiche e le offerte rintracciabili su internet. Commenta il segretario nazionale CODICI Ivano Giacomelli: "Nonostante la crisi gli italiani hanno in programma almeno una settimana di vacanza fra giugno e settembre e dato che quest’anno l’opzione, secondo quanto documentato, è viaggiare low cost, CODICI ha stilato un vademecum per non cadere nelle trappole della rete". Secondo una recente indagine di Assolowcost, il 62% della popolazione si affida alla Rete per organizzare le vacanze estive, cercando le offerte migliori e affidandosi anche a compagnie low cost, con un aumento del 2% rispetto allo scorso anno per un valore di 1.100 milioni di euro del turismo low cost.

E se su internet si può fare molto, CODICI propone un decalogo per i viaggi a basso costo. Che è il seguente:

  1. Capitolo aerei: è possibile cercare le numerose compagnie low cost navigando su Internet. Molti sono i siti che propongono offerte su queste compagnie. Ma attenzione: è preferibile prenotare il volo direttamente dal sito della compagnia aerea interessata per esser sicuri di pagare il prezzo più basso;
  2. Tali compagnie normalmente partono da un aeroporto minore, poco servito, con servizi limitati e più difficile da raggiungere, per cui è bene organizzarsi e prepararsi per tempo. In molti casi il volo è disponibile la mattina molto presto (anche alle 6) oppure la sera molto tardi, anche dopo la mezzanotte;
  3. Le compagnie low cost offrono di solito un pacchetto di rotte limitato, spesso su pochi aeroporti italiani. Però hanno sempre uno o due aeroporti di base da cui poter raggiungere molte altre mete. Di norma le compagnie low cost non garantiscono le coincidenze. Lasciatevi dunque un ampio margine di sicurezza tra un volo e l’altro;
  4. Attenzione ai prezzi: le cifre pubblicizzate come superconvenienti non includono, quasi sempre, tasse e sovraprezzi. Quindi leggete attentamente le clausole;
  5. Per un viaggio di un paio d’ore, per risparmiare è consigliabile non spendere soldi sui prodotti che si vendono a bordo.
  6. La chiave del risparmio è prenotare con ampio anticipo. Le prenotazioni si aprono due volte all’anno: in autunno per la stagione estiva, e in primavera per quella invernale;
  7. Fate molta attenzione alle regole per i bagagli e il peso, che cambiano da compagnia a compagnia e che spesso si traducono in sgraditi sovrapprezzi. I ritardi, poi non sono assolutamente ammessi né tollerati: i check-in delle compagnie low cost chiudono con anticipo rispetto ai voli normali;
  8. Alle prenotazione è fondamentale esser certi di date, destinazione e nominativi: ogni cambiamento e modifica comporta il pagamento di un sovraprezzo;
  9. Numerose sono le offerte di hotel sul mercato. Anche in questo caso è preferibile prenotare direttamente dal sito interessato e scegliere una struttura media che offra una buon rapporto qualità-prezzo;
  10. Se non si può scegliere l’hotel, è consigliabile prenotare un appartamento. In base alla località e al numero di persone, si spende in media dai 150 euro ai 200 a persona per i soggiorni di una settimana.

Comments are closed.