TURISMO. Todomondo, Adiconsum chiede intervento fondo garanzia e più controlli

La vicenda del tour operator Todomondo rappresenta un "ennesimo inganno" per turisti e viaggiatori: Adiconsum torna a denunciare la situazione di insolvenza del tour operator e chiede l’intervento del fondo di garanzia del Ministero a tutela dei consumatori, nonché più controlli e l’intervento del Ministero del Turismo, di Confcommercio, Confindustria e Confesercenti. L’associazione chiede infatti un tavolo concertativo bilaterale alle associazioni imprenditoriali.

"Si consuma in questo inizio di vacanze – ha dichiarato Paolo Landi, segretario generale Adiconsum – l’ennesimo inganno a danno dei turisti che hanno acquistato pacchetti di viaggio da Todomondo, Tour Operator che ha dichiarato l’insolvenza si avvia al fallimento".

"L’Adiconsum – ha detto Pietro Giordano, segretario nazionale Adiconsum – ha denunciato ormai da tempo i pericoli che si nascondono dietro acquisti di pacchetti di viaggio soprattutto on-line,che troppo spesso finiscono con l’ essere annullati per fallimenti dei Tour Operators , delle Compagnie Aeree con conseguenze che penalizzano i consumatori. Non è più possibile che i Ministeri competenti e le Associazioni degli imprenditori del turismo (Confindustria, Confcommercio e Confesercenti) facciano da semplici spettatori di fatti gravissimi che rovinano e spesso annullano le tanto desiderate ferie di migliaia di turisti".

Comments are closed.