TURISMO. Topi in camera, vacanza rovinata. Vittoria Confconsumatori

Il Giudice di pace di Parma ha condannato un tour operator a risarcire una famiglia che recatasi nel villaggio prenotato aveva trovato un’amara sorpresa: dei topi all’interno della struttura ed anche della camera. Il Giudice ha ravvisato un "danno da vacanza rovinata" ed ha condannato il TO a rimborsare al turista una somma pari a circa il 30% del costo della vacanza – l’associato aveva infatti deciso di proseguire il soggiorno al mare, accettando di essere alloggiato in una villetta vicina -, oltre alle spese giudiziarie. Per il legale della Confconsumatori, avv. Giovanni Franchi, che ha tutelato in giudizio il turista, si tratta di una sentenza particolarmente importante perché, uniformandosi alla recente decisione della Corte di Cassazione n. 5189/10, ha riconosciuto la risarcibilità del danno da vacanza rovinata , quale danno "non patrimoniale", da determinarsi "in via equitativa ex art. 2059 c.c."

Comments are closed.