TURISMO. Unioncamere-Isnart: le ferie si prenotano online

Un turista europeo su tre prenota il viaggio in Italia via Internet. E già 1,3 milioni di italiani hanno prenotato online le prossime ferie estive. Le vacanze, insomma, si organizzano sempre più spesso via internet: i turisti europei, quasi in un caso su tre, acquistano pacchetti di vacanza nel Belpaese direttamente sul web, e la tendenza sta aumentando anche fra gli italiani, considerando che su un totale di 24,5 milioni che ha intenzione di prendere un periodo di ferie tra luglio ed agosto, solo il 28% ha già prenotato e di questi, appunto, un quinto lo ha fatto online. E’ quanto rilevano i dati Unioncamere-Isnart per l’Osservatorio Nazionale del Turismo. Nel primo trimestre dell’anno, il 34,5% della clientela delle strutture ricettive italiane ha prenotato via rete, quota che sale al 41,3% per i soggiorni in città.
I dati favoriscono questo andamento poichè "l’85% degli operatori offre alla propria clientela la possibilità di prenotare tramite il web, utilizzando e-mail, siti di proprietà o grandi portali; il 61,2% delle imprese è abilitata a ricevere prenotazioni direttamente on line; il 32,1% degli operatori si serve di agenzie di viaggio online; il 19,8% delle imprese è presente su social network, Facebook in testa, sul quale sono presenti il 44,8% degli Ostelli della gioventù, il 43,6% dei villaggi ed oltre il 30% degli alberghi a 4 e 5 stelle".

Quasi un terzo delle vendite in Europa dei viaggi in Italia avviene tramite Internet con alcune punte superiori: quella della Norvegia, che nel 68% dei casi vende viaggi in Italia tramite Internet, dell’Olanda (58%), del Regno Unito (45,7%) e della Spagna (45%). Quanto al resto del mondo, il record va agli australiani, che commercializzano vacanze in Italia online nel 44% dei casi, seguiti dagli statunitensi (32,6%), dai coreani (31,1%), dai giapponesi (20%) e dagli indiani (19,6%).

Comments are closed.