TURISMO. Unioncamere: gli italiani in vacanza scelgono Sicilia e Spagna

Al vertice delle destinazioni turistiche preferite dagli italiani ci sono, per chi resta nei confini nazionali, Sicilia, Puglia, Emilia Romagna, Toscana e Sardegna, mentre all’estero le mete più gettonate sono Spagna su tutte (con oltre 1 milione 200 mila turisti) seguita da Francia, Grecia, Croazia e Inghilterra/Galles. Le prenotazioni sono in linea con l’anno scorso, con una spesa media preventivata di circa 900 euro in Italia e 1200 all’estero. È quanto risulta dall’indagine Unioncamere-Isnart in collaborazione con l’Osservatorio Nazionale del Turismo.

Rimane stabile rispetto al 2008 il numero di connazionali che trascorrerà un periodo di ferie nel corso dei mesi estivi (circa 26 milioni), in gran parte (oltre 18 milioni) con destinazione Italia. In particolare, il 64,5% degli intervistati resterà in Italia, il 23,4% andrà all’estero, il 6,2% avrà destinazioni sia italiane sia estere.

Per le ferie estive gli italiani dichiarano di aver previsto una spesa media di circa 889 euro per le località nazionali e di circa 1.223 euro per quelle all’estero. Si stima dunque una spesa complessiva degli italiani per l’estate 2009 di 25,7 miliardi di euro, di cui 16,3 miliardi in Italia e 9,4 miliardi all’estero.

Si parte per dove? Sicilia (9,9%), Puglia (9%), Emilia Romagna (8,6%), Toscana (8,1%) e Sardegna (7,8%) sono le destinazioni italiane più gettonate. All’estero, in cima alla classifica si pongono Spagna (1,2 milioni), Francia (985 mila) e Grecia (909 mila).

Rispetto all’anno scorso, le presenze risultano stabili anche se, afferma la ricerca Unioncamere-Isnart, "il risultato economico potrebbe, a fine stagione, risultare in flessione a causa della limatura dei prezzi fatta dagli operatori per sollecitare la domanda".

Comments are closed.