TURISMO. Vacanza rovinata? Rivolgetevi all’UNC

Finite le vacanze estive c’è chi fa i conti con lo stress da rientro, chi con i ricordi di uno splendido viaggio e chi con l’incubo di pausa estiva che tanto rilassante non è stata. E’ proprio al rientro dalla ferie che gli uffici della Associazioni dei Consumatori sono sommersi dalle richieste di aiuto delle vittime da "vacanza rovinata". Accade anche all’Unione Nazionale Consumatori, storica associazione, che riceve quotidianamente numerose segnalazioni.

Ritardi aerei, strutture alberghiere fatiscenti e bagagli smarriti, sono solo alcuni dei disagi più comuni denunciati dai consumatori", afferma Massimiliano Dona, segretario generale UNC, che prosegue: "Ricordiamo che, una volta rientrati , per ottenere il risarcimento dei danni subiti si hanno 10 giorni lavorativi per inviare un reclamo con richiesta di rimborso a mezzo lettera raccomandata a.r. indirizzata all’agenzia di viaggi, al tour operator e per conoscenza alla nostra Unione Nazionale Consumatori. Inoltre, è sempre bene conservare il catalogo, la documentazione di viaggio e tutto ciò comprovi l’eventuale inadempimento del tour operator, se si tratta di un ‘viaggio tutto compreso’"."Sul nostro sito internet www.consumatori.it sono disponibili altri utili consigli e delle lettere fac-simile per le richieste di rimborso. Sempre sul sito -conclude Dona- è possibile accedere all’apposito sportello ‘Vacanza rovinata’ per richiedere la consulenza dei nostri esperti".

Comments are closed.