TURISMO. Vacanze regalo, CRTCU denuncia società di marketing

Il Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli utenti, a seguito di diverse segnalazioni giunte dagli utenti, ha denunciato la società Composys per prassi commerciale sleale. Essa rappresenta in Italia la TLG Travel Group responsabile dell’invio di alcune mail ingannevoli contenenti la possibilità di usufruire gratuitamente dell’alloggio presso alcuni alberghi sia italiani che stranieri. In realtà, no si tratta di un regalo: la mail, contenente un codice personale, dà diritto, previa iscrizione in un apposito modulo telematico, a ricevere a casa un certificato con il quale si ha la possibilità di prenotare una vacanza scegliendo uno tra gli alberghi convenzionati e collegati al circuito Eurorest (sito internet: www.eurorest-hotels.com) .

"Ad una attenta analisi sembrerebbe trattarsi non di un regalo ma di uno sconto", afferma il dott. Marcazzan, giurista del CRTCU, "l’offerta infatti prevede la possibilità di usufruire gratuitamente dell’alloggio ma impone il pagamento obbligatorio anticipato del vitto in albergo e del costo del certificato che secondo quando previsto dalle condizioni di contratto può variare dalle 27 alle 32 euro". "Ma la sorpresa più grande arriva facendo un confronto tra i prezzi utilizzando o no l’assegno alberghiero emesso da Eurorest", continua Marcazzan. "Ipotizzando infatti, un soggiorno di tre giorni dal 28 agosto al 30 agosto 2010 in un albergo dell’Alto Adige, si scopre che aderendo all’offerta di Pepti si viene a spendere complessivamente € 152 (il costo del vitto per tre giorni ed il costo del certificato) mentre prenotando direttamente lo stesso albergo per lo stesso periodo si viene a spendere complessivamente €132 (pernottamento e mezza pensione per tre giorni secondo le tariffe del sito internet dell’albergo) con una differenza di ben € 20 che con molta probabilità vengono intascati da chi ci ha fatto questo fantomatico regalo!".

Comments are closed.