TURISMO. Vacanze rovinate? Ci pensa l’Unione Nazionale Consumatori

Voli in ritardo, promesse non mantenute, bagagli smarriti. Sono solo alcune delle segnalazioni inviate in questi giorni all’Unione Nazionale Consumatori da parte di malcapitati turisti le cui tanto attese vacanze non sono andate come il previsto. "Ormai – spiega Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC) – sembra essere diventata una triste consuetudine: a settembre, alla riapertura degli uffici, le nostre scrivanie sono sommerse dalle richieste di aiuto di villeggianti rimasti vittime di vacanze rovinate".

"Nel caso si siano prenotati pacchetti turistici – aggiunge il Segretario generale dell’UNC- ricordiamo che per ottenere il risarcimento dei danni subìti si hanno 10 giorni lavorativi dal rientro per inviare un reclamo con richiesta di rimborso a mezzo lettera raccomandata a.r. indirizzata all’agenzia di viaggi, al tour operator e per conoscenza alla nostra Unione Nazionale Consumatori. E’ bene poi conservare il catalogo, la documentazione di viaggio e la documentazione comprovante l’eventuale inadempimento del tour operator".

"Sul nostro sito internet www.consumatori.it sono disponibili altri utili consigli e delle lettere fac-simile per le richieste di rimborso. Sempre sul sito -conclude Dona- è possibile accedere all’apposito sportello ‘Vacanza rovinata’ per richiedere la consulenza dei nostri esperti".

Comments are closed.