TUTELA CONSUMATORI. 28-29 novembre, “Dillo al Sindaco” iniziativa di MDC Campania

"Dillo al Sindaco", si chiama così l’iniziativa che il Movimento Difesa del Cittadino Campania propone in tutta la Regione nell’ambito della quarta edizione della "Giornata del Consumatore". Il 28 e il 29 novembre 2008, verranno allestiti 6 stand informativi a Napoli, San Giorgio a Cremano, Salerno, Benevento, Avellino e Caserta, in cui "il cittadino avrà la possibilità di compilare e sottoscrivere il modulo predisposto che verrà protocollato presso il Comune di appartenenza e sottoposto all’attenzione del Sindaco – ha spiegato l’avv. Eugenio Diffidenti, Coordinatore Regionale MDC.

Le istanze sottoscritte verranno riunite per argomento e noi ci faremo carico del controllo sull’effettivo riscontro da parte dell’Autorità comunale delle legittime richieste dei cittadini. Interverremo successivamente – ha continuato il Coordinatore regionale MDC – con nostre istanze ed atti formali nel caso in cui dovessimo verificare l’inerzia degli enti interrogati ed informeremo puntualmente la cittadinanza sugli esiti dell’iniziativa.

Nel caso in cui dovessimo riscontrare che anche a seguito degli atti formali posti dall’associazione si dovesse verificare una mancata risposta o una risposta non soddisfacente dell’ente destinatario, oltre ad esperire le vie giurisdizionali predisposte dalla normativa – ha concluso l’avv. Eugenio Diffidenti – ci faremo promotori della attivazione di istituti di democrazia diretta (referendum comunale, petizioni ed argomenti e provvedimenti da porre in discussione al Consiglio Comunale) al fine di ottenere comunque una valutazione delle richieste dei cittadini da parte dell’ente interrogato, e conserveremo il tutto in un elaborato che sarà aggiornato periodicamente e posto alla fruizione pubblica anche sul nostro sito regionale.

Presso gli stand si potrà ritirare il materiale informativo anche sulle ultime iniziative di MDC Campania quali: la richiesta di risarcimento danni da emergenza rifiuti (giudizio pendente dinanzi al Tribunale di Napoli); le istanze per la restituzione del canone depurazione acqua; l’azione giudiziaria di massa (mass action) proposta dalle sedi MDC nei confronti di Enel per il risarcimento dei danni causati agli utenti per la mancata attivazione degli sportelli di pagamento gratuito delle bollette negli anni compresi dal 2000 al 2006, che già vanta migliaia di sentenze positive di primo grado.

Comments are closed.