TUTELA CONSUMATORI. Al via conciliazione Sorgenia-Consumatori

Una nuova azienda ha concordato con le associazioni dei consumatori una procedura di conciliazione stragiudiziale per la risoluzione delle controversie. Si tratta di Sorgenia, azienda leader nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Le associazioni di consumatori che hanno aderito sono: Federconsumatori, Centro Tutela Consumatori e Utenti, Codici, Assoutenti, Adoc, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Adiconsum, unione Nazionale Consumatori, Cittadinanzattiva e Confconsumatori. I sei mesi di sperimentazione si chiuderanno orientativamente alla fine di ottobre 2009.

La Conciliazione extragiudiziale è un metodo di risoluzione delle controversie alternativo alla giustizia ordinaria con cui le parti in lite, in tempi rapidi ed a costi bassissimi o nulli, giungono ad una soluzione concordata fra loro e per entrambe soddisfacente grazie all’assistenza ed alla mediazione di un esperto qualificato: il Conciliatore. E’ detta convenzionata in quanto frutto di specifici accordi o protocolli d’intesa tra Aziende e Società di primaria importanza a livello nazionale e le Associazioni del Consumatori maggiormente rappresentative. E’ paritetica in quanto, a differenza di altre tipologie che prevedono la presenza di un terzo conciliatore super partes, privo di autonomo potere giudicante oppure in qualità di mediatore, la composizione della controversia è affidata ad una Commissione di Conciliazione composta dal rappresentante della Associazione dei Consumatori, portavoce della posizione del consumatore/utente, e dal rappresentante della Società, in posizione paritaria.

Avviare la procedura è semplice: dopo aver inoltrato un reclamo nei confronti della Azienda o della Società di servizi interessata, il consumatore/utente che non abbia ricevuto riscontro al proprio reclamo o che non ne ritenga soddisfacente l’esito può inoltrare autonomamente o tramite l’Associazione dei Consumatori la Domanda di Conciliazione. Il caso viene discusso dalla Commissione di Conciliazione composta dal Conciliatore dell’Associazione e da quello dell’Azienda, con facoltà del consumatore di essere presente personalmente. Una volta individuata la proposta transattiva, questa viene sottoposta al consumatore il quale ha facoltà di aderirvi o meno. La procedura si conclude con la redazione e la sottoscrizione da parte dei conciliatori del Verbale di Conciliazione che, nel caso di mancata accettazione della proposta da parte del consumatore, sarà di mancato accordo mentre, nel caso di accettazione, riproporrà le condizioni di composizione della controversia.

DOC: Domanda di Conciliazione Sorgenia-AACC

Comments are closed.