TUTELA CONSUMATORI. Altroconsumo: “In arrivo marchio Ecolabel per shampoo e saponi”

Come riconoscere un sapone privo di rischi per la salute? Potrebbe essere presto più facile, grazie al riconoscimento Ecolabel (il marchio comunitario di qualità ecologica) anche per shampoo e detergenti. Lo rende noto Altroconsumo, indicando che gli Uffici Ecolabel dell’Ue hanno elaborato un documento che definisce i requisiti indispensabili per ottenere l’indicazione.

Il marchio Ecolabel potrà essere apposto solo su prodotti che non contengano:

  • sostanze pericolose (cancerogene, mutagene, tossiche o sensibilizzanti), come per esempio la formaldeide;
  • interferenti endocrini, come per esempio butilparabene;
  • sostanze difficilmente biodegradabili;
  • coloranti tossici e bioaccumulabili (il documento propone di usare solo quelli ammessi per gli alimenti);
  • fragranze presenti nei prodotti per bambini e quelle classificate come sensibilizzanti. Altre sostanze possono sì esserci, ma in quantità limitata;
  • conservanti (in particolare quelli antimicrobici non strettamente necessari e quelli che potrebbero liberare formaldeide);
  • fragranze;
  • tensioattivi e altre sostanze poco biodegradabili.

I saponi e shampoo garantiti dal marchio comunitario, devono inoltre assicurare la stessa efficienza e sicurezza dei prodotti simili non Ecolabel presenti sul mercato. La confezione deve essere realizzata in materiale riciclato, indicare le istruzioni per il dosaggio ed riportare l’etichetta per il riciclo. Infine, per ottenere il marchio, il prodotto finito non deve essere stato testato su animali da almeno cinque anni.

Comments are closed.