TUTELA CONSUMATORI. Altroconsumo su agenzie immobiliari: alte provvigioni e non manca il nero

Nelle agenzie immobiliari si pagano provvigioni alte, la concorrenza è quasi nulla e spesso si cede alla tentazione di pagamenti in nero, con un buon terzo di agenti immobiliari che non li rifiuta esplicitamente. È quanto afferma Altroconsumo che ha realizzato un’indagine in sette città (Bari, Bologna, Milano, Napoli, Roma, Torino e Verona) con l’ipotesi di vendere un monolocale per acquistare un bilocale. È stata sondata la possibilità di pagare in nero la provvigione: il 36% degli agenti nell’inchiesta non ha rifiutato la proposta; il 9% l’ha accettata esplicitamente.

Prosegue l’associazione: "Il 97% delle agenzie immobiliari visitate chiede la provvigione sia al venditore che all’acquirente dell’immobile trattato e l’83% richiede alle due parti il 3% ciascuno. In media un’agenzia su dieci dice un no senza spiragli alla trattativa sulla provvigione. Facendo levitare così il costo complessivo per una casa che in Italia, secondo l’Ocse, tra spese notarili, imposte di registro, tasse e appunto provvigioni alle agenzie immobiliari, arriva al 12% del valore dell’immobile". Per Altroconsumo, "il mercato degli agenti è ingessato anche perché il costo che si fa pagare al consumatore è slegato dal servizio offerto. L’agenzia intasca la quota richiesta sia che faccia solo pubblicità all’immobile da vendere (nell’86% dei casi), sia che organizzi visite (53%), sia che assista il cliente fino al rogito, realizzando i controlli necessari alla chiusura del contratto (solo il 28%)".

Comments are closed.