TUTELA CONSUMATORI. Associazioni e Gruppo Mps: al via conciliazione fino a 50mila euro

Anche il Gruppo Monte dei Paschi di Siena (Gruppo Mps) ha sottoscritto con le associazioni dei consumatori un protocollo di intesa con il quale si da il via libera alla procedura di conciliazione per le controversie relative a prodotti e servizi bancari e finanziari di importo non superiore a 50mila euro e commercializzati a partire da gennaio 2005.

Con il Protocollo, che entrerà in vigore a partire da gennaio 2007, gli eventuali reclami della clientela saranno così discussi all’interno di un’apposita commissione composta da rappresentanti del Gruppo Mps e da quelli delle associazioni firmatarie (Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Unione Nazionale Consumatori).

Il Gruppo Mps e le associazioni dei consumatori hanno da tempo sviluppato rapporti finalizzati a migliorare le relazioni con la clientela ed è di qualche mese fa la proroga per altri due anni di "Consumer-Lab", il primo tavolo congiunto banca-associazioni finalizzato ad una corretta educazione al consumo e alla trasparenza ed equità nei rapporti contrattuali. Consumer-Lab, che oltre al Gruppo Mps, vede la partecipazione di 13 fra le più importanti associazioni italiane di consumatori (Adiconsum, Adoc, Associazione Consumatori Utenti, Adusbef, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori) ha dato vita ad una serie di iniziative, fra le quali anche una carta in Braille per l’accesso ai servizi di banca telefonica e l’offerta di un pacchetto di prodotti e servizi, "Paschi senza frontiere", per agevolare gli extracomunitari che vivono e lavorano in Italia.

 

Comments are closed.