TUTELA CONSUMATORI. Auto ecologiche, Adiconsum chiede indagine sulle pubblicità

La pubblicità delle automobili si richiama sempre più spesso all’ecologia, a bassi consumi e dunque a bassi tassi di inquinamento. Ma i livelli di consumo e impatto ambientale sono rilevati attraverso elaborazioni di laboratorio, non nel traffico urbano ed extraurbano. Per questo Adiconsum ha deciso di chiedere al Garante della concorrenza in Italia e al Commissario Europeo della concorrenza un’indagine approfondita che smascheri eventuali pubblicità ingannevoli, fornendo casi e documentazione pervenute all’associazione. "Adiconsum chiede di sapere – dichiara Paolo Landi, Segretario Generale dell’associazione – se i consumatori subiscono una pubblicità ingannevole per la vendita di modelli d’auto attraverso spot che pubblicizzano bassi consumi e quindi bassi tassi d’inquinamento".

"In breve tempo – continua Pietro Giordano, Segretario Nazionale di Adiconsum – si è passati da messaggi promozionali basati sull’uso strumentale della figura femminile ad un bombardamento mediatico basato sui risparmi dei consumi di benzina e gasolio e sul conseguente basso tasso di emissione di Co2".

Comments are closed.