TUTELA CONSUMATORI. Beuc: “Retromarcia del Consiglio UE su Direttiva dei diritti dei consumatori”

Il Consiglio europeo, durante gli ultimi giorni della presidenza belga, ha messo il freno a mano sulla direttiva dei diritti dei consumatori. Il Beuc esprime il suo disaccordo con la decisione inaspettata del Consiglio di ridurre, dopo due anni di intense trattative, la proposta di direttiva sui diritti dei consumatori, che verrà adottata il prossimo 20 dicembre. Verranno cancellati un gran numero di punti della direttiva, che è la più importante rivisitazione della tutela dei consumatori europei degli ultimi anni; resta l’urgenza di una piena armonizzazione dei diritti dei consumatori all’interno dell’Unione Europea.

L’attuale proposta rivista è un accordo affrettato e contribuirà poco ad innalzare la protezione dei consumatori europei, anzi, in alcuni casi, potrebbe ridurre la protezione nazionale. "Se l’Unione Europea rincorre il mercato unico per gli europei, un sistema moderno di diritti dei consumatori dovrebbe esserne la base, fornendo più potere ai consumatori – ha commentato il Direttore generale del Beuc, Monique Goyens – Oggi è stata mancata un’opportunità. I legislatori hanno negoziato a lungo per valutare bene questa legge, ma quello che hanno deciso prima del Consiglio del 20 dicembre rappresenta un’inversione a U. Il Parlamento Europeo dirà la sua nei prossimi mesi e ci aspettiamo che il suo approccio sia molto più vicino ai bisogni dei consumatori europei".

Comments are closed.