TUTELA CONSUMATORI. Bolzano, CTCU lancia allarme su sedicenti guaritori

Attenzione ai sedicenti "guaritori": il CTCU (Centro Tutela Consumatori Utenti) ha lanciato l’allarme a Bolzano, informato la Procura su un caso sospetto e ha trasmesso la pubblicità fatta per promuovere manifestazioni che sembrano reclamizzare attività di pseudo-guaritori all’Autorità Antitrust. È quanto annuncia l’associazione sottolineando che "al CTCU di Bolzano c’è allarme per le centinaia – se non migliaia – di cittadini che in questi giorni si stanno recando a Varna nei pressi di Bressanone, per incontrare l’uomo con lo "sguardo che dona". Questo signore non si definisce un guaritore, e non fa promesse di guarigione, ma l’ambientazione di questi incontri ed il passaparola suggeriscono un certo "aiuto all’autoguarigione". Pare infatti che alcune persone abbiano addirittura interrotto l’assunzione di farmaci necessari, cosa che avrebbe portato anche a dei ricoveri in ospedale".

L’associazione ha dunque deciso di informare la Procura: " ‘Terapie’ come la guarigione spirituale in Italia non sono riconosciute, e pertanto non sono permesse. La pubblicità fatta per promuovere queste manifestazioni è stata trasmessa all’Antitrust per le più opportune verifiche".

Comments are closed.