TUTELA CONSUMATORI. CNCU a rischio, Codacons si appella a Presidente Repubblica

Il Governo non vuole difendere i consumatori. Lo dimostra la vicenda del Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti, per il quale il Codacons chiede di intervenire: "Per il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, la mancata nomina del Ministro dello Sviluppo Economico è un vuoto che bisogna chiudere – afferma l’associazione – Il Codacons condivide in pieno l’affermazione di Napolitano e si appella al Presidente perché intervenga anche a favore del CNCU".

Per il Codacons, la mancata nomina del Ministro dello Sviluppo Economico, a distanza di quattro mesi dalle dimissioni di Scajola, "è solo l’ennesima dimostrazione della scarsa attenzione che il Governo ha nei confronti dei consumatori e della difesa dei cittadini da soprusi e vessazioni di banche, assicurazioni e petrolieri. Il Governo, infatti, non solo snobba le tematiche consumeristiche, ma addirittura si sta accingendo ad eliminare il Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti (CNCU), l’organismo di consulenza nazionale, istituito con la legge n. 281 del 1998, composto dalle associazioni di consumatori, che ha il compito di esprimere pareri su schemi di atti normativi e formulare proposte in materia di tutela dei consumatori. In pratica il Governo, – conclude il Codacons – non volendo difendere i consumatori, ha pensato bene di sopprimere l’unico organismo che serviva a promuovere una politica nazionale per la loro tutela, così da eliminare l’unico ostacolo alla sua azione".

Comments are closed.