TUTELA CONSUMATORI. CODICI ottiene condanna per contratti vessatori Remax

Vittoria per il Codici, il Centro per i Diritti del Cittadino, nei confronti delle agenzie immobiliari che troppo spesso propongono ai propri clienti dei moduli di incarico di mediazione per vendita con clausole vessatorie. In seguito ad un attento monitoraggio, il CODICI ha convenuto in giudizio la Proximm spa, licenziataria in Italia del marchio RE/MAX, avanti il Tribunale di Milano, contestando, appunto, il carattere abusivo di alcune clausole.

Con la sentenza 10350/08 il Tribunale ha dato ragione al CODICI, considerando abusiva la clausola n.° 10 del formulario, nella parte in cui prevedeva il pagamento di una penale, pari alla provvigione pattuita, nel caso in cui il consumatore committente (venditore dell’immobile) si rifiutasse, per giustificati motivi (ad es. insolvibilità dell’acquirente), di concludere la vendita con l’acquirente proposto dall’agente immobiliare. "In sostanza con tale clausola si costringeva il committente ad accettare la proposta d’acquisto del mediatore, pena il pagamento di una somma di denaro, a prescindere dalle motivazioni che avrebbero giustificato l’eventuale rifiuto di vendere – ha dichiarato l’avvocato Stefano Monguzzi, legale rappresentante di CODICI-, restringendo di fatto la libertà di scelta del consumatore e sottoponendolo alla discrezione del mediatore. Fortunatamente la sentenza del Tribunale ha inibito a Proximm di raccomandare alla propria rete vendita e di utilizzare tale clausola, obbligandola a modificare il proprio formulario per eliminarla".

Il Tribunale, inoltre, ha disposto che entro 60 giorni dalla notifica della sentenza, la società disponesse il pagamento dell’importo di € 700 per ogni giorno di ritardo nell’adempimento ed ordinando la pubblicazione per estratto di tale sentenza sui quotidiani "Corriere della Sera" e "Sole 24ore". "Dopo questa eclatante sentenza è impossibile non polemizzare con le Camere di Commercio, che pubblicizzano la propria funzione di controllo in materia di immobiliare, e che invece si evidenziano assolutamente inutili nelle loro in- attività – ha concludso Ivano Giacomelli, segretario nazionale CODICI – Invitiamo dunque tutti i cittadini che si sono affidati all’agenzia REMAX a rivolgersi a noi per usufruire dell’assistenza dovuta e per ripristinare i loro diritti violati, contattandoci al nostro sportello ai numero 02/36503438".

Comments are closed.