TUTELA CONSUMATORI. Caro Natale 2010, “Occhio al giocattolo” di MDC Junior

"Un altro Natale all’insegna della moderazione e del risparmio senza dimenticare la sicurezza". E’ questa la fotografia scattata dal Dipartimento Junior del Movimento Difesa del Cittadino, con "Occhio al giocattolo", la terza indagine sulla sicurezza e sui costi dei giocattoli, indirizzata alle famiglie italiane. "Secondo i dati più recenti della Camera di Commercio di Milano che abbiamo riportato in questa edizione di "Occhio al giocattolo" – sottolinea Lucia Moreschi, responsabile del Dipartimento – 7 italiani su 10, cioè il 66,3%, confermano il persistere della crisi".

E non è solo questione di percezione. Dal rapporto di Caritas Italiana – Fondazione Zancan è eemrso che, in una Regione ricca come la Lombardia, il 24,3% delle famiglie non riesce a far fronte ad una spesa imprevista di 700 euro, ben il 12,9% delle famiglie arriva a fine mese con molte difficoltà.

Ma al regalo sotto l’albero non si rinuncia: si preferiscono, piuttosto, confezioni meno lussuose, con sconti fino al 20% nella GDO. Molti genitori e nonni hanno acquistato i giocattoli con largo anticipo, alla ricerca dell’offerta più conveniente. E come si evince dal consueto monitoraggio dei prezzi di MDC Junior contenuto nell’indagine, spesso le case produttrici hanno immesso sul mercato, soprattutto nella grande distribuzione, giocattoli in packaging meno lussuosi e ridotti, adatti alle "diverse tasche". Continua poi il trend di sconti dello scorso anno, pari a circa 20%.

Purtroppo troppi giocattoli non sono ancora sicuri: fino al 20% di quelli in circolazione secondo i dati UE. "Ma troppi giocattoli vengono immessi sul mercato, senza che siano davvero sicuri – conferma la responsabile di MDC Junior – come risulta anche dall’aumento di sequestri di merce non conforme operata dalle forze dell’ordine sul territorio italiano". Operazioni che avvalorano i dati dell’indagine a campione avviata lo scorso anno dalla Comunità Europea, per cui anche in Italia il 20% dei giocattoli in circolazione potrebbe non avere il marchio CE, che ne assicura la conformità od essere comunque dannosi per la salute e l’incolumità dei piccoli.

I consigli di MDC Junior? "Anche in vista del recepimento della nuova Direttiva Europea sui Giocattoli che l’Italia dovrà ratificare entro gennaio 2011, abbiamo deciso di approfondire ulteriormente il tema della sicurezza, cercando di fornire informazioni utili ai genitori rispetto a cosa fare, dopo Natale, quando cioè le bambine e i bambini italiani si troveranno alle prese con nuovi giocattoli". Nell’indagine, infatti, sono riportate informazioni su cosa fare se ci imbatte o si acquista un giocattolo potenzialmente pericoloso, un focus sugli enti preposti alla vigilanza in Italia e i dati su sequestri più importanti effettuati dalle forze dell’ordine nell’ultimo semestre.

"Da sempre sosteniamo che risparmio non vuol dire rinuncia ai giocattoli di qualità e sicuri – dichiara la responsabile di MDC Junior – ma questo richiede un ruolo attivo della famiglia, iniziando a mediare le richieste dei bambini e effettuando delle scelte con occhio più attento". Ecco il decalogo di "Occhio al giocattolo" di MDC Junior:

  1. Verificare sempre l’esistenza del marchio CE obbligatoria per legge così da appurare facilmente se il prodotto è davvero in regola con le normative di sicurezza europee.
  2. Verificare che sia presente il marchio del produttore e i dati necessari per segnalare eventuali difettosità.
  3. Verificare che siano presenti le istruzioni in italiano e l’indicazione della fascia di età consigliata.
  4. Verificare che la fascia d’età consigliata sia adatta al carattere e alla maturità del bambino.
  5. Attenzione ai giocattoli contenenti piccole parti: sono pericolosi per i bambini sotto i 36 mesi.
  6. Siamo sicuri che sia indispensabile un giocattolo alla moda? Con le edizioni 2008 si può risparmiare fino al 50%!
  7. Attenzione alle richieste dei vostri bambini, soprattutto se guardano i canali TV digitali loro dedicati. E’ in atto un bombardamento di spot, con un aumento esponenziale di messaggi pubblicitari.
  8. Nuove confezioni di vendita: sono ridotte e a volte più convenienti, ma gli accessori venduti separatamente possono far lievitare facilmente il budget di spesa previsto.
  9. Giocattoli elettrici per bambini sotto gli 8 anni? Secondo le norme di sicurezza internazionali i giocattoli elettrici con parti che scaldano non sono raccomandabili. Devono essere alimentati con un trasformatore a 24 V e mai direttamente alla corrente elettrica a 220 V. Prima di questa età i bambini non possiedono senso del pericolo!
  10. Nella scelta dei videogiochi con i vostri figli, lasciatevi guidare dal simbolo PEGI, (Pan european game information) classificazione che attraverso otto descrittori simbolici indica la tipologia del gioco, il grado di violenza, il linguaggio adottato e la fascia d’età a cui è rivolto. Sul sito www.pegionline.eu/it/ al link è possibile fare una prima selezione http://www.pegi.info/it. Consiglio di MDC Junior: accertatevi comunque che sia un videogioco adatto per tema e contenuti alla maturità dei vostri bambini o ragazzi.

 

Comments are closed.