TUTELA CONSUMATORI. Cittadinanzattiva apre cinque nuovi sportelli di conciliazione

Chi di noi non ha mai avuto problemi per una bolletta telefonica o un premio assicurativo troppo elevato? A partire dal 1° giugno i consumatori avranno cinque nuovi sportelli per la conciliazione, dove aziende e cittadini potranno risolvere le controversie senza ricorrere all’autorità giudiziaria. Gli sportelli, che sorgeranno a Bologna, Torino, Firenze, Cagliari e Bari, sono un’iniziativa di Cittadinanzattiva, nell’ambito del progetto Conciliamo" (finanziato da Unioncamere attraverso i fondi provenienti dalle multe Antitrust).

"La pratica della conciliazione – commenta il vice segretario generale di Cittadinanzattiva, Giustino Trincia – è oramai avviata nei diversi settori della tutela dei consumatori dimostra che si può realmente intervenire in tempi rapidi e a costo zero su problemi che altrimenti il consumatore rischierebbe di doversi trascinare per anni. Non a un caso è su questa linea di intervento che si sono ottenuti i principali risultati in termini di cambiamento e di tutela dei diritti dei consumatori negli ultimi anni in Italia. Basti pensare ai risultati ottenuti con i tavoli di conciliazione nel settore bancario". "Cittadinanzattiva – conclude Trincia – da anni è impegnata sul versante della conciliazione ed è firmataria di importanti protocolli nazionali di conciliazione con aziende operanti in diversi settori, quali telecomunicazioni, poste, banche, assicurazioni, energia, sanità. Nell’attuale contesto di liberalizzazioni riteniamo necessario assicurare dei dovuti contrappesi in termini di tutela dei diritti dei cittadini consumatori. Per questo sosteniamo l’introduzione della class action come elemento di sistema, mentre nel quotidiano ci spendiamo per sviluppare la conoscenza dei diritti in merito alle tecnologie di tutela, in modo tale da accrescere nei cittadini, nelle imprese e nella P.A. la cultura della procedura conciliativa".

Comments are closed.