TUTELA CONSUMATORI. Class action, Federconsumatori: “Governo sta ascoltando i nemici del mercato”

Continuano i richiami al Governo da parte delle Associazioni dei consumatori sulla class action. Più che sulla class action, sul suo rinvio ormai senza fine. Federconsumatori vede l’ulteriore rinvio della Class Action che si profila in questi giorni, come una dimostrazione delle "volontà del Governo di privilegiare i nemici di un mercato libero, trasparente e non ingannevole, contro gli interessi e le esigenze di chi è parte debole, quale i cittadini".

Federconsumatori ripercorre la storia del nostro Paese, "attraversato da numerosi scandali e truffe in tutti i settori produttivi, di beni e servizi. Basti pensare – si legge nella nota dell’Associazione dei consumatori – tra le tante questioni, ai milioni di risparmiatori truffati dal sistema finanziario, ai cittadini truffati nel campo delle telecomunicazioni, per non parlare dei clienti raggirati dalle società assicuratrici".

"La Class Action sarebbe uno strumento importante e prezioso di deterrenza rispetto a tali comportamenti scorretti, e renderebbe il mercato più chiaro e più competitivo – dichiara Rosario Trefiletti, Presidente Federconsumatori – Gli stessi imprenditori, onesti e corretti, dovrebbero essere i maggiori fautori di norme di questa natura. Ora il Governo si appresterebbe ad un ulteriore slittamento, dando quindi ragione alla parte più deleteria del sistema produttivo (chiamiamolo così) del nostro Paese. È un atto di estrema gravità – conclude Trefiletti – che la dice lunga sulla politica antipopolare che caratterizza l’attuale esecutivo.

 

Comments are closed.