TUTELA CONSUMATORI. Commercio on line, Trustpilot condivide posizione Parlamento Ue

Assoluta condivisione degli obiettivi del Parlamento Europeo in materia di garanzie e sicurezza del commercio online. E’ la posizione di Trustpilot: "La relazione della Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori, discussa il mese scorso, prevede l’arrivo di nuove norme per una maggiore affidabilità dell’e-commerce. Un obiettivo in linea con la filosofia Trustpilot, come dichiara Ludmilla Brignoli, country manager Italia: "Per un mercato online trasparente e affidabile, oltre alle norme istituzionali, è fondamentale il contributo dei consumatori ed è questa l’idea che ha ispirato la nascita e lo sviluppo di Trustpilot in Europa: la condivisione delle informazioni, il passaparola".
La relazione della Commissione del Parlamento Europeo sottolinea come sia preciso interesse delle istituzioni "cercare i modi per continuare a sviluppare il mercato interno del commercio elettronico" e che "il commercio elettronico, i servizi innovativi, le eco-industrie racchiudono le maggiori potenzialità di crescita e di occupazione future e delineano le nuove frontiere del mercato unico". E’ la direzione intrapresa da Trustpilot che, da realtà forte in Nord Europa, a meno di un anno dal suo lancio si sta affermando anche in Italia, Paese in cui il mercato on line presenta ancora ampi margini di crescita.

"La vera risorsa oggi è la rete, grazie alla possibilità di comunicare in maniera orizzontale, con un contatto diretto tra utenti e tra utenti e aziende," continua Brignoli, "perché soltanto la trasparenza e il continuo flusso di informazioni possono creare un rapporto di fiducia nel lungo termine. Da parte nostra, in quanto piattaforma che mantiene in stretto e continuo contatto aziende e consumatori, controlliamo che le comunicazioni siano affidabili ed escludiamo qualsiasi troll". Il successo delle aziende è decretato dall’utenza, poiché i proventi per Trustpilot derivano dalla sottoscrizione di un abbonamento da parte di quelle realtà che scelgono di "esporsi", acquisendo per il proprio sito un marchio di affidabilità il cui grado dipende dalle testimonianze e dall’interazione con i clienti. "Oggi," conclude Brignoli, "chi sceglie di dotarsi del nostro marchio sa di poter contare su una community di oltre due milioni e mezzo di utenti che comunicano sui nostri portali, scambiandosi informazioni che premiano i siti più affidabili per un acquisto on-line."

Comments are closed.