TUTELA CONSUMATORI. Consiglio Notariato – Consumatori: guida per scelta del prezzo-valore

Vantaggi, non solo economici, della scelta del "prezzo-valore", le maggiori garanzie complessive per il cittadino che acquista casa e i rischi connessi alla simulazione del prezzo che, oltre a non comportare alcun beneficio per il consumatore, può portare a gravi conseguenze fiscali, civili, amministrative e penali. Sono alcuni dei contenuti della seconda Guida per il Cittadino, realizzata dal Consiglio Nazionale del Notariato e dalle Associazioni dei Consumatori per informare i cittadini sulla normativa del "prezzo-valore", introdotta con la Finanziaria 2006, che ha stabilito che sia il valore catastale la base imponibile su cui applicare le imposte delle cessioni immobiliari fra privati.

La guida al prezzo-valore, che segue di qualche mese il vademecum dedicato ai mutui, si inserisce nel progetto delle Guide per il Cittadino, uno dei risultati del tavolo permanente di lavoro e confronto tra Consiglio Nazionale del Notariato e Associazioni di Consumatori, istituito nel 2005 per promuovere una comunicazione corretta e trasparente a tutela dei cittadini e per ridurre le frequenti asimmetrie informative attraverso strumenti di facile consultazione.

"PREZZO-VALORE, I vantaggi della trasparenza nelle vendite immobiliari" è il titolo del vademecum realizzato dai notai insieme ad Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori.

Fra i prossimi argomenti di approfondimento del gruppo di lavoro c’è il contratto preliminare di vendita, o "compromesso", momento cruciale della contrattazione immobiliare, in cui una corretta informazione e la qualità della consulenza offerta dal professionista evitano l’insorgenza di problemi e contenziosi.

Comments are closed.