TUTELA CONSUMATORI. Garanzie post vendita, gli impegni della GDO dell’elettronica

A gennaio, l’Antitrust, a seguito di numerose segnalazioni da parte di consumatori, ha aperto 5 istruttorie nei confronti di 7 aziende principali: Mediamarket (marchio Mediaworld), Unieuro, SGM Distribuzione (marchio MarcoPoloExpert), Euronics e Nova (marchio Euronics), DPS Group e DML (marchio Trony). Obiettivo delle istruttorie, verificare se le aziende hanno agito correttamente nell’informare i consumatori sull’esistenza della garanzia legale sui prodotti, sulle differenze con la garanzia convenzionale offerta a pagamento, sull’esercizio della garanzia legale e sul diritto di recesso. A seguito di ciò, tutte le catene commerciali si sono impegnate a modificare le proprie informazioni fornite nei punti vendita prevedendo, con modalità diverse, l’esposizione in ciascun punto vendita di un tabellare informativo sulle "Garanzie per il consumatore". E’ quanto sostiene il Centro di Tutela Consumatori e Utenti che ha anche annunciato che "vigilerà sugli impegni presi davanti al Garante, segnalando con ancora più forza eventuali disservizi". Oltre ad una corretta informazione al consumatore, gli impegni prevedono anche tempistiche certe per la riparazione. Sempre stando a quanto riportato dal CRTCU, Trony ha fissato in 60 giorni i tempo massimo entro cui sarà effettuata la riparazione; per Euronics il termine massimo è fissato in 30 giorni mentre per Mediaworld in 35 giorni.

Comments are closed.