TUTELA CONSUMATORI. Garanzie post-vendita, l’UNC risponde alle 10 domande più frequenti

Il consumatore che compra un prodotto, dall’elettrodomestico al telefonino, è tutelato dalla legge che gli dà diritto a due anni di garanzia se il prodotto risulta difettoso, non funzionante, difforme rispetto a quello ordinato o diverso da quello descritto nella pubblicità. Spesso, però, il consumatore stesso non conosce i propri diritti e il venditore ne approfitta.

L’Unione Nazionale Consumatori ha pubblicato sul proprio sito le risposte alle domande più frequenti, per fare un po’ di chiarezza sulle garanzie post-vendita. Ad esempio, spiega l’UNC, non è legittimo il comportamento del venditore che chiede all’acquirente di prendere contatti con la casa di produzione, se l’elettrodomestico acquistato non funziona. L’Associazione dei consumatori ricorda che "per legge è il venditore ad essere responsabile quando il difetto del bene si manifesta entro il termine di due anni dalla consegna dello stesso". Importante, inoltre, è sapere che il periodo di garanzia scatta alla consegna del prodotto e non al momento dell’acquisto.

Per leggere le risposte alle dieci domande più frequenti cliccare qui

Comments are closed.