TUTELA CONSUMATORI. Gruppi d’acquisto online, MC diffida Groupalia

Una diffida inibitoria per Groupalia. A mandarla è il Movimento Consumatori, dopo aver ricevuto tante segnalazioni di consumatori che hanno acquistato "coupon" dal sito del Gruppo d’acquisto e non hanno ottenuto quanto pubblicizzato. "Molti consumatori – spiega Marco Gagliardi dell’ufficio legale del Movimento Consumatori – hanno infatti denunciato l’impossibilità di utilizzare, per eccessivo affollamento o scarsa collaborazione dei partners di Groupalia, buoni per viaggi, cene e trattamenti estetici e dentistici. Altri hanno manifestato insoddisfazione per beni e servizi non corrispondenti per qualità e caratteristiche a quelli reclamizzati sul portale Internet".

Secondo quanto previsto da due clausole contenute nelle condizioni di contratto sul sito della società spagnola, che opera tramite la formula "prendere o lasciare" in tempi rapidi, quest’ultima non sarebbe tuttavia responsabile né delle informazioni né dell’adempimento dei partners. "Movimento Consumatori ha contestato a Groupalia – continua Gagliardi – la vessatorietà di tali clausole e, nel caso in cui quest’ultima non provvederà all’eliminazione delle stesse, impegnandosi a vigilare sull’adempimento da parte dei propri partners e a rispondere in caso di disservizi nei confronti dei consumatori, promuoverà un’azione collettiva inibitoria". Tutti coloro che abbiano subito inadempimenti da parte di Groupalia potranno segnalarli a Movimento Consumatori tramite l’email azioni.collettive@movimentoconsumatori.it.

 

 

Comments are closed.