TUTELA CONSUMATORI. In arrivo “Mister Prezzi”, le reazioni

In arrivo "Mister Prezzi", la figura che dovrà riferire le dinamiche dei prezzi e le eventuali anomalie al Ministro dello Sviluppo economico. E non mancano le reazioni: Coldiretti chiede che ne venga anche una spinta per l’allestimento di mercati gestiti direttamente dagli agricoltori mentre diverse sono le reazioni da parte delle associazioni dei Consumatori.

"Mister Prezzi" è stato previsto infatti da un emendamento del relatore alla Finanziaria approvato nei giorni scorsi dalla Commissione Bilancio della Camera: si prevede l’istituzione prezzo il Ministero dello Sviluppo economico del "Garante per la sorveglianza dei prezzi" che "’che sovrintende alla tenuta ed elaborazione delle informazioni richieste agli ‘uffici prezzi’ delle Camere di Commercio, all’Istat, ai competenti uffici del ministero delle politiche agricole” e anche alla presidenza del Consiglio (dipartimento per la programmazione economica) per i servizi di pubblica utilità. Il Garante è nominato dal premier su proposta del Ministro per lo Sviluppo Economico e resta in carica tre anni. Il suo compito sarà di riferire eventuali anomalie dei prezzi in modo che il ministro stesso possa formulare eventuali segnalazioni all’Autorità Antitrust.

Con "Mister Prezzi", ha commentato Coldiretti, " deve venire anche una decisa spinta per favorire nelle città l’apertura di mercati gestiti direttamente dagli imprenditori agricoli delle campagne per ridurre le intermediazioni, combattere la moltiplicazione dei prezzi dal campo alla tavola e contribuire ad aumentare la concorrenza sul mercato". Critico invece il commento dell’Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e dei consumatori): "La proposta, approvata dalla Commissione Bilancio della Camera dei deputati, di istituire un Garante per la sorveglianza dei prezzi, ha il sapore della presa in giro per i consumatori", ha detto in una nota stampa l’associazione. "Se il compito di Mister Prezzi – ha commentato l’Adoc – è quello di porre sotto osservazione i prezzi ricordiamo che esistono gli Osservatori sui prezzi a livello nazionale, regionale, provinciale e comunale, in più ci sono la Direzione per la tutela dei consumatori del ministero dello Sviluppo economico, l’Istat, l’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Antitrust) e vari istituti pubblici e privati". Critico anche il commento del Codacons: ""Non serve a nulla sorvegliare i prezzi al dettaglio se non si ha un reale potere di intervento sugli stessi".

Per Federconsumatori e Adusbef, invece, si tratta di una figura positiva che dovrebbe avere anche poteri sanzionatori: le due associazioni infatti "ritengono positivo aver costituito il cosiddetto "Mister Prezzi" poiché tutto ciò che può servire a verificare, controllare e possibilmente prevenire prezzi e tariffe nel nostro mercato sia cosa utile – hanno commentato – Quello che noi comunque auspichiamo è che questa figura sia dotata anche di poteri sanzionatori sia contro le anomalie, le speculazioni e le disattese normative che si possano verificare nel nostro mercato come purtroppo assai spesso accade e con occhio particolare ai settori assicurativi e bancari".

Comments are closed.