TUTELA CONSUMATORI. Kuneva al forum mondiale dell’OCSE

In occasione del Forum mondiale dell’OCSE sulla concorrenza che si svolge a Parigi, la commissaria europea alla tutela dei consumatori, Megleva Kuneva, ha illustrato la strategia che la Commissione europea ha adottato l’anno scorso in materia di politica dei consumatori per il periodo 2007-2013.

L’approccio principale di questi 6 anni è quello di considerare i consumatori un agente economico essenziale sui mercati, che contribuisce ad un loro funzionamento migliore: esercitando il potere di scelta e comparazione, ricompensano gli operatori efficaci ed eliminano quelli che non lo sono.

Le sinergie tra la politica della concorrenza e quelle dei consumatori sono evidenti: entrambe condividono l’obiettivo di una sana competizione e del benessere dei cittadini. Però per approfittare pienamente del potente motore del mercato interno, costituito da 490 milioni di europei, bisogna puntare a ridurre la frammentazione dovuta all’esistenza di 27 mercati nazionali differenti, soprattutto per quanto riguarda il commercio al dettaglio.

Sebbene gran parte dei consumatori europei disponga di una connessione ad internet a domicilio,soltanto il 12% di essi hanno effettuato un acquisto transfrontaliero. L’obiettivo della Commissione è quello di integrare i mercati, attraverso il miglioramento dei prezzi, della qualità, della sicurezza e dell’accessibilità finanziaria, per usufruire del potenziale inespresso del mercato interno. Un punto importante per aumentare la fiducia degli europei è il fatto che essi dispongano di informazioni chiare e precise e di un regolamento sano e stabile.

I recenti sforzi compiuti dalla Commissione per attaccare gli abusi di posizioni dominanti, il ricorso a cartelli o ad altri accordi anticoncorrenziali tra le imprese hanno avuto effetti positivi sui mercati europei. Ma è molto difficile riconoscere le pratiche che danneggiano i consumatori poiché sono diffusissime e spesso ambigue e colluse. E non hanno effetti negativi soltanto sui consumatori,ma anche sui produttori e dunque sulla crescita e sull’innovazione.

"E’ per questo – dichiara Kuneva – che la politica dei consumatori è primordiale per lottare contro eventuali problemi legati alla domanda che impediscono ai consumatori di esercitare la loro libera scelta, con cognizione di causa".

Comments are closed.