TUTELA CONSUMATORI. L’Oréal apre le porte ai Consumatori

Coniugare cosmetica e benessere fisico, bellezza e cura del corpo, ricerca e responsabilità sociale: così si è presentata L’Oréal ad una delegazione di leader delle associazioni consumatori italiane, invitati da Centromarca a visitare i Centri di ricerca della multinazionale a Parigi. Il 24 e 25 febbraio il Presidente e Amministratore delegato Giorgina Gallo e il Direttore comunicazione istituzionale di L’Oréal Italia Filippo Di Caterina hanno accompagnato nella visita al Centro "Charles Zviak" di Clichy la delegazione italiana formata da Mario Finzi (Assoutenti), Antonio Longo (MDC), Lorenzo Miozzi (Movimento Consumatori), Nunzio Buongiovanni (Adoc), Teresa Petrangolini (Cittadinanzattiva) e Sergio Veroli in qualità di presidente di Consumers’ Forum.

L’iniziativa fa parte di un programma di visite a grandi aziende e ai loro centri di ricerca organizzato da Ivo Ferrario, Direttore comunicazione e relazioni esterne di Centromarca, e segue quella realizzata nei mesi scorsi con Nestlè. L’obiettivo è quello di aprire ai consumatori i Centri ricerca delle aziende per vedere dall’interno i processi di qualità e sicurezza che i grandi gruppi di marca mettono in atto nelle loro produzioni e commercializzazioni.

Con 42 stabilimenti in tutto il mondo, 67.500 dipendenti di cui 3.268 ricercatori nei 18 centri ricerca, 628 brevetti depositati e 581 mln di € dedicati alla ricerca cosmetica e dermatologica nel solo 2008 , anno in cui ha fatturato 17,5 mld di € producendo 4,6 mld di confezioni, L’Orèal è la più grande multinazionale delle bellezza. Ma le sue ricerche hanno anche importanti ricadute in campo medico, in particolare in ambito dermatologico.

Particolarmente rilevante, ad esempio, l’impegno nel campo delle biotecnologie e delle cellule staminali, che ha portato da una parte a cessare l’utilizzo fin dal 1989 degli animali nei test di prodotto, dall’altra a sviluppare tecniche di riproduzione in vitro della pelle umana, essenziali nella cura delle lesioni cutanee da ustioni gravi.

I consumatori hanno visitato i vari laboratori di ricerca, ascoltando gli interventi illustrativi dei responsabili scientifici ed hanno potuto seguire in diretta il lavoro dei ricercatori. Particolare interesse hanno suscitato problematiche come l’esposizione al sole e quindi i filtri solari; la cura e l’igiene dei capelli con i risvolti del commercio di prodotti anticalvizie; i prodotti anti invecchiamento della pelle e in particolare antirughe.

Sessioni di discussione e confronto hanno completato la visita, ritenuta da tutti i rappresentanti dei consumatori estremamente interessante e meritevole di un seguito con iniziative di educazione nelle scuole e verso le famiglie, in particolare su temi importanti come la prevenzione delle malattie della pelle conseguenti ad eccessiva esposizione al sole.

L’Amministratore delegato di L’Orèal Italia Giorgina Gallo, nel ringraziare i consumatori per la partecipazione alla visita e per gli apprezzamenti, li ha invitati a visitare il Centro di Settimo Torinese, uno dei più importanti del Gruppo, che produce per 32 Paesi di tutti i continenti.

Comments are closed.