TUTELA CONSUMATORI. Lodi, seminario sui diritti sanciti dal Codice al Consumo

Come orientarsi nei rapporti con le imprese, avendo presente i diritti e le tutele riconosciuti dal Codice del Consumo? Di questo e di altri aspetti si parlerà il prossimo 5 dicembre a Lodi, nell'ambito di un convegno organizzato dalla Camera di Commercio locale. Obiettivo dell'incontro informare l'utente/consumatore sui diritti garantiti dal Codice, e aiutare le imprese affinchè intraprendano comportamenti nel rispetto dei principi di buona fede, correttezza e lealtà.

 

"Il testo dei Codice del Consumo – ricorda la Camera di Commercio di Lodi – non comprende solo regole di disciplina del contratto tra le parti, ma anche norme che interessano materie del contendere con soggetti della produzione e della distribuzione di beni e servizi". "Ai consumatori-utenti – prosegue l'ente camerale – il Codice oggi riconosce come fondamentali tutta una serie di diritti: alla tutela della salute; alla sicurezza e alla qualità dei prodotti e dei servizi; ad una adeguata informazione e ad una corretta pubblicità; all’educazione al consumo; alla correttezza, alla trasparenza ed all’equità nei rapporti contrattuali; alla promozione e allo sviluppo dell’associazionismo libero, volontario e democratico tra i consumatori e gli utenti; all’erogazione di servizi pubblici secondo standard di qualità e di efficienza".

 

Le norme raccolte dal testo legislativo sono poste a tutela dei consumatori, ma producono vantaggi anche per il mercato e le singole imprese. Per i consumatori il Codice sottolinea la posizione giuridica (sia sul piano individuale che collettivo) e migliora le regole sulla correttezza delle pratiche commerciali, sull’informazione e sull’accesso alla giustizia. Per le imprese ed il mercato, garantisce la concorrenza, la trasparenza e l’informazione, favorendo una migliore qualità dei prodotti e dei servizi.

 

"Negli ultimi anni – ha dichiarato il presidente Enrico Perotti, che interverrà al Seminario illustrando le politiche promozionali intraprese dalla Camera di Lodi nell’ambito della tutela del consumatore – è cresciuta la consapevolezza che imprese e consumatori non sono antagonisti, ma soggetti cointeressati al corretto funzionamento del mercato. Da un lato i consumatori-utenti sono in grado di stimolare con i loro comportamenti il miglioramento della qualità dei servizi e dei prodotti, contribuendo alla crescita economica. Dall’altro, il comportamento attento delle imprese alle esigenze e ai diritti del consumatore, non è solo un imperativo sociale, ma una opportunità economica e un fattore di crescita della competitività".

 

Il programma del convegno prevede l'intervento del professor Cesare Vaccà dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, che parlerà del tema "Il nuovo codice del consumo: evoluzione della normativa, le informazioni ai consumatori, i contratti stipulati fuori dai locali commerciali e i contratti a distanza". Seguirà una relazione di Francesco Castellotti, presidente di Federconsumatori e componente la Giunta camerale che affronterà il "Ruolo delle associazioni dei consumatori nel mercato", rivolto, in particolare, a inibire atti e comportamenti lesivi degli interessi dei consumatori e degli utenti e alla individuazione di misure idonee a correggere o eliminare gli effetti dannosi delle violazioni accertate attivando, prima del ricorso al giudice, la procedura di conciliazione dinanzi alla Camera di Commercio. Nel corso del seminario Silvano Bosio e Massimo Castellone presenteranno i risultati dell’indagine "Consumer Satisfaction" promossa da Adiconsum, Adoc e Federconsumatori.

Comments are closed.