TUTELA CONSUMATORI. MDC: “Incubo servizi non richiesti anche per energia”

Enel Energia non rispetta la delibera dell’Antitrust sulle pratiche commerciali scorrette – attivazioni di servizi non richiesti di elettricità e gas – e l’Autorità apre un nuovo procedimento contro l’azienda. Per il Movimento Difesa del Cittadino "la nuova procedura dell’Antitrust conferma come anche nel settore dell’energia si stia concretizzando l’incubo dell’attivazione di servizi elettricità e gas non richiesti come già era successo per la telefonia in seguito alla liberalizzazione del mercato". L’associazione invita dunque l’Antitrust a sanzionare con severità queste pratiche e l’Autorità Garante per l’energia elettrica e il gas ad aprire un’istruttoria sulle modalità di passaggio al mercato libero poste in essere dai principali gestori.

Pratiche di questo genere, segnala MDC, violano inoltre la norma di garanzia prevista dall’Autorità dell’energia che obbliga le aziende a comunicare in forma scritta e con congruo anticipo il passaggio dal mercato vincolato a quello libero o a un altro operatore. "Ancora in questi giorni – commenta Francesco Luongo, responsabile Dipartimento servizi a rete di MDC – presso le sedi locali della nostra associazione stanno pervenendo proteste di utenti cui Enel Energia sta inviando preavvisi di passaggio al mercato libero o preventivi mai richiesti".

Comments are closed.