TUTELA CONSUMATORI. Poste e Adiconsum concludono primo caso di conciliazione Bancoposta

Poste Italiane e Adiconsum hanno portato a termine la prima procedura di Conciliazione Bancoposta. Il caso discusso ha riguardato un correntista a cui è stato accreditato, sul conto corrente, un assegno con un forte ritardo. La commissione di Conciliazione, formata da un rappresentante dell’Adiconsum e da un rappresentante di Poste Italiane, ha trovato un accordo riconoscendo al cliente un rimborso di 170 euro per il disagio subito.

Poste ricorda che la Conciliazione è una procedura extragiudiziale che ha come obiettivo quello di ristabilire un rapporto di fiducia fra Poste Italiane ed un correntista che ha subito un disservizio. Scopo della procedura è dunque quello di risolvere in modo semplice, veloce e gratuito eventuali controversie collegate al Conto. I correntisti BancoPosta (solo persone fisiche) possono fare domanda di Conciliazione dopo aver presentato un reclamo a cui non è stata data una risposta soddisfacente entro i termini previsti.

Per chiedere la Conciliazione – si legge dalla nota – basta compilare il modulo disponibile gratuitamente in tutti i 14mila uffici postali, su www.poste.it e nelle sedi locali delle Associazioni. Le domande potranno essere presentate presso gli uffici postali, le sedi delle Associazioni oppure inviate direttamente a Poste Italiane – Segreteria Conciliazione BancoPosta – Direzione Communication & Advertising – Viale Europa n. 175 – 00144 Roma; via fax al numero 06.59582772.

Per informazioni consultare www.poste.it, chiamare il numero gratuito 803.160 oppure contattare le Associazioni dei Consumatori che hanno firmato l’accordo: Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Arco, Assoutenti, Casa del Consumatore, Centro Tutela Consumatori ed Utenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori Acli, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori.

 

Comments are closed.