TUTELA CONSUMATORI. Risparmio energetico, UNC: sì a modifica etichetta elettrodomestici

L’Unione Nazionale Consumatori ha inviato una lettera aperta ai parlamentari che rappresentano l’Italia in Europa affinché nella seduta plenaria del 6 maggio prossimo votino a favore della Direttiva che modifica l’etichetta dei consumi energetici degli elettrodomestici. Attualmente, l’etichetta è composta da una scala "chiusa" che va dalla lettera A alla lettera G, secondo consumi crescenti. Ma grazie al progresso tecnologico, il risparmio energetico degli elettrodomestici è in continua evoluzione, tanto è vero che il 95% delle lavatrici è etichettato in classe A (bassi consumi), come pure il 95% di frigoriferi e congelatori (di cui il 35% in classe A+) e il 98% delle lavastoviglie.

"Continuare con la scala chiusa A-G – dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori – significherebbe impedire al consumatore di apprezzare e scegliere elettrodomestici contrassegnati adeguatamente secondo il progresso tecnico e il risparmio di energia, ovvero con una scala dei consumi più ampia".

 

 

Comments are closed.