TUTELA CONSUMATORI. Roma, Kyprianou incontra Bersani: “Liberalizzazioni, un futuro migliore”

Si è tenuto oggi pomeriggio l’incontro del Commissario Ue responsabile per la Salute Markos Kyprianou con il Ministro per lo Sviluppo economico Pier Luigi Bersani. Al centro del colloquio la politica per promuovere gli interessi dei consumatori, anche riguardo ai servizi di interesse generale e al rafforzamento della tutela giurisdizionale. La conferenza congiunta del Ministro con il Commissario è stata l’occasione per ribadire l’impegno da parte del governo italiano verso una politica di attenzione per il consumatore. Il Ministro Bersani ha annunciato: "Punto entro l’anno a un progetto di legge organico di riforma delle professioni, ad organizzare meglio un presidio di tutela del consumatore, agenzie transfrontaliere nei sistemi di allarme in particolare per i beni di consumo. Dar luogo nei prossimi mesi ad una struttura che si coordini con quelle europee".

Il Commissario Kyprianou ha apprezzato l’impegno del governo italiano per la tutela del consumatore, sottolineando "l’apertura del mercato non implica la protezione del consumatore. La tutela di quest’ultimo è un vantaggio per l’economia. L’iniziativa di Bersani si muove in entrambe le direzioni ossia liberalizzare i mercati e tutelare anche il cittadino". "E’ necessario valorizzare il dibattito politico – continua il commissario – soprattutto in seno al Consiglio di competitività dove cadono molte responsabilità sulla tutela del consumatore. Stiamo lavorando per rafforzare la tutela normativa poiché la legislazione è complessa". "Dobbiamo incentivare l’uso dei generici – ha detto Bersani – e lascio al Ministero della Salute le modalità".

E alla domanda di commentare l’ennesimo sciopero indetto dagli avvocati il ministro ha risposto: "Non capisco gli scioperi in cui non si comprendono le cause. Accetto le critiche dei sindacati, ma non quelle che provengono dalle casse forensi. Bisogna tener conto delle distinzioni". Il Ministro conclude il suo intervento ribadendo che "le misure previste dalla legge consentirà tra tre – quattro anni l’apertura di nuovi esercizi, parafarmacie, più lavoro e contenimento dei prezzi. In queste politiche è contenuto l’idea di un futuro migliore, la fiducia per le prossime generazioni". Sul fronte del credito al consumo Kyprianou ha rassicurato "l’esecutivo europeo si sta muovendo per garantire l’accesso ai mutui da parte dei giovani."

 

Comments are closed.