TUTELA CONSUMATORI. Superenalotto, Codacons, Sisal e Monopoli: tavolo per informazione corretta

Superenalotto, poker online e giochi con jackpot da capogiro: si è aperto un tavolo di confronto per imporre ai gestori dei giochi un’informazione più corretta sul numero delle probabilità di vincita per ogni gioco – per il Superenalotto, una su 622 milioni – e sui rischi legati agli eccessi in tutti i giochi sul mercato, compresi quelli legali. È uno dei risultati emersi dall’incontro fra Codacons, Sisal e Monopoli di Stato, relativo al Superenalotto e alle dipendenze da gioco.

Nell’ambito del Superenalotto, si è preso atto che le combinazioni giocate sono complessivamente diminuite dalle 80 milioni del picco nel jackpot del 2009 alle attuali 30-35 milioni, un fenomeno legato forse "alla assuefazione all’entità del montepremi, alla minore quantità di denaro liquido circolante nella famiglie, e al maggior numero di giochi messi in commercio nell’ultimo anno", commenta il Codacons, annunciando che insieme a Sisal e Monopoli si è convenuti "sulla necessità di proseguire in studi e ricerche in merito alla correlazione tra numero di giochi ed entità dei premi, numero dei nuovi giocatori e conseguente aumento del rischio di ludopatie, e anche sulla necessità di accertare quali siano i giochi che hanno una maggiore incidenza sulle ludopatie stesse". Inoltre, c’è la volontà di invitare i gestori a evitare per il futuro forme di pubblicità eccessiva dei giochi che esaltino solo l’entità delle vincite, di poker online e slot machines.

Comments are closed.