TUTELA CONSUMATORI. Truffe nei siti di e-commerce, Adiconsum chiede l’oscuramento

Pubblicità ingannevole e pratiche commerciali sleali nei siti internet che vendono prodotti di elettronica. E’ quanto è risultato da un’indagine condotta nel mese di maggio su scala europea che ha interessato 369 siti di e-commerce. Più della metà di questi siti ha presentato delle irregolarità deludendo le aspettative dei consumatori e il Commissario Ue alla Tutela dei consumatori Meglena Kuneva ha precisato che "questo è un problema su scala europea che richiede una soluzione europea" annunciando che "nei mesi a venire il settore verrà ripulito perché i consumatori meritano un trattamento migliore".

"Bene la denuncia del Commissario Europeo Kuneva – dichiara Pietro Giordano Segretario Nazionale Adiconsum – che ha indagato e smascherato una mole enorme di siti che ingannano e raggirano giornalmente i consumatori, che non riescono spesso a difendersi da veri e propri banditi informatici privi di scrupoli e che spesso mettono a rischio la stessa salute e sicurezza dei consumatori sprovveduti, immettendo sul mercato prodotti farmaceutici (anabolizzanti, ecc.) e merci contraffatte, alimentando così i patrimoni delle organizzazioni criminali ormai anch’esse globalizzate".

Adiconsum chiede al Commissario Kuneva l’oscuramento immediato dei siti di e-commerce e al Governo una legislazione garante dei diritti dei consumatori.

Comments are closed.