TUTELA CONSUMATORI. UNC Calabria: contro automobilisti richieste di pagamento a pioggia

Richieste di pagamento a pioggia, vittime gli automobilisti, per "fare cassa" e recuperare somme di denaro in modo generico senza individuare chi davvero ha omesso i versamenti: la denuncia viene dall’Unione Nazionale Consumatori Calabria, il cui presidente Saverio Cuoco denuncia "per l’ennesima volta la vessatorietà di tali richieste cosiddette a "pioggia" o campagne di pagamento di massa".

Sono state inviate, racconta UNC Calabria, migliaia di avvisi di pagamento da parte del Comune di Reggio Calabria, Comando Polizia Municipale, Ufficio contravvenzioni, con richieste di pagamento di sanzioni amministrative per violazione al Codice della Strada, con ulteriore minaccia di successiva emissione di cartella esattoriale in caso di mancato o incompleto pagamento. Gli avvisi sono inoltre maggiorati di 11 euro per importo spese.

"Lo ribadiamo ancora una volta – denuncia UNC Calabria – non spetta ai cittadini fornire le prove degli avvenuti pagamenti della sanzioni amministrative per violazione al codice della strada, ma agli organi competenti individuare solo ed esclusivamente gli automobilisti che non hanno effettuato i dovuti pagamenti. Ancora una volta si spara nel mucchio e molti cittadini si sono rivolti all’Unione Nazionale Consumatori con regolari ricevute di pagamento effettuate, o addirittura avendo dei ricorsi pendenti dinanzi ai Giudici di Pace competenti e che nonostante ciò, si sono visti recapitare tali avvisi di pagamento".

Comments are closed.