Treno Verde: città intrappolate nello smog

Una certezza su tutte: sul versante smog è ancora allarme, con le città italiane che continuano a superare velocemente i limiti di legge per le polveri sottili e con l’aumento del tempo che si perde imbottigliati nel traffico cittadino. Nel dettaglio: a 45 giorni dall’inizio dell’anno, Brescia e Monza sono già fuorilegge per aver superato il limite consentito di 35 giorni di superamento del livello di Pm10, Milano è sulla soglia dei 35 giorni, e undici città in tutto hanno superato i 30 giorni di sforamento: dopo le prime tre, seguono Padova, Treviso, Vicenza, Alessandria, Mantova, Frosinone, Torino e Bergamo. Napoli ha già collezionato 28 giorni di superamento del limite, Venezia 27, Bologna 25.

Roma si ferma a 14 giorni di sforamento, ma per il resto la Capitale colleziona la maglia nera in tema di tempo sprecato nel traffico: si rimane in fila ogni giorno per 74 minuti in media (a Napoli 63 minuti, a Torino 62). Dal 1994, il tempo che gli italiani trascorrono chiusi in automobile è aumentato: ormai si tratta di due settimane l’anno. Sono i dati emersi oggi dal lancio del Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato, realizzato anche con il contributo di Telecom Italia: la campagna di monitoraggio sull’inquinamento atmosferico e acustico – che porta nelle città italiane una mostra itinerante ed effettua il monitoraggio di aria e rumore – festeggia 20 anni ed è stata presentata alla Stazione Termini dal presidente nazionale di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza e dall’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti.

La situazione riscontrata per l’inquinamento dell’aria è preoccupante, ha commentato il presidente di Legambiente: "Preoccupa – ha detto Cogliati Dezza – perché la risposta della Pubblica Amministrazione è estremamente riduttiva: l’unico elemento messo in campo sono state le domeniche a piedi. Mancano interventi strutturali. Mancano gli investimenti nel trasporto dalle periferie al centro". Una media di oltre 70 minuti di traffico al giorno a Roma, ha aggiunto, significa che nel traffico "qualcuno ci passa anche due ore e mezzo. E anche a Roma, l’unica ipotesi di cui si parla è il raddoppio del Raccordo". Dall’amministratore delegato Moretti è arrivato il riconoscimento del "matrimonio preveggente e di interesse" rappresentato dalla campagna del Treno Verde. Sul tema città e inquinamento, ha detto Moretti, "non possiamo più permetterci di avere tanti mezzi privati e individuali, dobbiamo portarci sul mezzo collettivo. L’importante è tendere verso questa direzione". L’Ad di Ferrovie dello Stato ha inoltre tracciato un bilancio dell’attività del gruppo: "Abbiamo fatto numerosi investimenti nelle aree urbane. Abbiamo completato il sistema Alta Velocità che rappresenta una metropolitana tra le grandi città. E un piccolo sogno sta iniziando: riuscire a mettere a disposizione 2 miliardi per il trasporto locale, di cui 1 miliardo e mezzo è già stato assegnato. Questo rappresenta una importante possibilità per avere un rinnovo del trasporto locale". Lo scorso settembre dunque il gruppo FS ha avviato un investimento di 2 miliardi di euro per il rilancio del trasporto locale, con un impegno congiunto di FS, Governo e Regioni.

Obiettivo della campagna è quello di monitorare qualità dell’aria e inquinamento acustico e informare i cittadini sulle tematiche ambientali anche attraverso la mostra allestita nelle carrozze del treno. Città tappa del percorso saranno Messina, Crotone, Potenza, Latina, Ancona, Ravenna, Vicenza, Milano e Genova. Il Treno a ogni tappa analizzerà qualità dell’aria e rumore attraverso le rilevazioni condotte dal Laboratorio mobile dell’Istituto sperimentale di RFI (Rete Ferroviaria Italiana). L’equipaggio del Treno Verde effettuerà inoltre monitoraggi sulla concentrazione delle polveri sottili anche in altre aree. Oltre al PM10, per ogni città visitata, saranno effettuate rilevazioni sulle concentrazioni in atmosfera di benzene, biossido di azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e ozono.

di Sabrina Bergamini

Comments are closed.