Turismo, low cost: una guida Routard per evitare fregature

Quello dello spendere meno è un linguaggio universale perchè pagare meno è una cosa che dà molta soddisfazione. Per questo motivo Routard ha lanciato Week-end low cost, una guida contenente 1.000 indirizzi per non spendere troppo e suggerimenti per evitare problemi e fregature.

Non a caso secondo l’annuario del Turismo e della Cultura del Touring Club Italiano, tra il 2001 e il 2006 la quota dei viaggi low cost in Europa è passata dal 3% al 16%, sfiorando il record degli Stati Uniti (18%). Week-end low cost Routard è pensata per questo tipo di viaggiatore e per tutti quelli che vorrebbero iniziare a sperimentare questa avventura ma che sono intimiditi dalle trappole e dalla dispersione che ostacolano l’organizzazione di un viaggio fai-da-te.

Dopo la moda della vacanza all inclusive, è esploso il fenomeno del viaggio low cost, comparso per la prima volta sulla scena europea nel 1991 con i voli della compagnia Rayanair, ma affermatosi a partire dal 1997 con le misure di liberalizzazione del settore stabilite dalla Commissione Ue. Regno Unito e Germania sono i principali mercati low cost europei, ma anche gli Italiani amano volare a basso costo. Meta preferita: Londra. Con 116 voli giornalieri dall’Italia al Regno Unito il Bel Paese ha conquistato nel 2005 il 7° posto nella classifica europea degli Stati con il maggior numero di collegamenti aerei low cost e l’11° con 78 rotte interne.

La crescente offerta di voli a basso prezzo sta cambiando le abitudini dei viaggiatori.
Non più "dove", ma "come" andare: questa la scelta che si pone sempre più oggi a chi vuole concedersi una vacanza. Oltre a destinazioni famose come Londra e Parigi, vengono riscoperte anche mete poco battute grazie all’attivazione di collegamenti da parte di compagnie low cost, che per abbassare i costi prediligono scali secondari.

Lo scopo della guida è fornire informazioni utili per scandagliare la Rete alla ricerca dei biglietti per l’aereo più economici, della destinazione più low budget e dell’albergo meno costoso e più interessante nel rapporto qualità-prezzo; non solo perchè, spiegano i curatori, aiuterà i viaggiatori a superare i timori più diffusi e giustificati riguardo alle modalità di pagamento, alle norme di sicurezza, all’affidabilità di chi offre i servizi.

Comments are closed.