USURA. CODICI chiede revoca del decreto su iscrizione albi prefettizi antiusura

L’associazione CODICI chiede al Ministero dell’Interno di revocare il decreto di modifica del regolamento sull’iscrizione agli albi prefettizi antiusura: il CODICI Calabria, impegnato nella lotta all’usura, si è vista rifiutare l’iscrizione. È quanto si legge in una nota stampa dell’associazione. "Il CODICI – commenta la nota – aveva già impugnato davanti al TAR il decreto di modifica del regolamento", anche perché fra i requisiti richiesti per iscriversi agli albi si prevede la coincidenza della sede legale con il territorio di riferimento. "Questo aspetto – afferma Ivano Giacomelli, segretario nazionale del CODICI – comporta l’esclusione dall’albo della gran parte delle associazioni operanti sui vari territori, favorendo, invece, le associazioni che hanno assunto una struttura federativa. Questo tipo di realtà è la rappresentazione fedele dalla FAI, la federazione presieduta da Tano Grasso; sembra dunque che quest’ultimo sia l’unico vero beneficiario del provvedimento". E prosegue: "Mi appello direttamente alla sensibilità del Ministro dell’Interno affinchè revochi il decreto, poiché profondamente contrario ai principi di uguaglianza formale e sostanziale garantiti dall’articolo 3 della Costituzione".

Comments are closed.