USURA. In Basilicata insediato il coordinamento antiracket

Si è insediato alla presenza del presidente della Giunta regionale lucana, Vito De Filippo, il Coordinamento regionale delle iniziative antiracket e antiusura. Si tratta di un’istituzione prevista dalla legge n.ro 24 del 2004 "Interventi regionali in materia di prevenzione e lotta ai fenomeni dell’usura e dell’estorsione". Il coordinamento, guidato dal commissario regionale antiracket, Domenico Potenza, dovrà attivare campagne di sensibilizzazione e di informazione sul territorio regionale riguardanti l’educazione alla legalità e al debito responsabile e coordinare il lavoro di prevenzione e di contrasto al racket e all’usura portato avanti dalle associazioni e dalle fondazioni antiusura.

"La Regione Basilicata – ha detto il presidente De Filippo – intende responsabilmente aiutare e sostenere il lavoro che il coordinamento si prepara ad avviare per contrastare l’usura ed essere vicino alle vittime. Stiamo recuperando un certo ritardo dovuto al fatto che la legge 24 è stata approvata alla fine della scorsa legislatura. Ma l’impegno della Regione resta alto, tant’è che la proposta della Giunta regionale per la prossima legge finanziaria è di assegnare un contributo al coordinamento di 200 mila euro, una cifra più alta di dieci volte rispetto al precedente finanziamento. Inoltre – ha aggiunto De Filippo – nella consapevolezza che l’usura rappresenta un grave problema oggi e potrebbe diventare un’emergenza domani a causa del programma comunitario Basilea 2 che renderà difficile l’accesso al credito delle piccole imprese, la Regione intende impegnarsi agevolando quanto più possibile il lavoro quotidiano del coordinamento. E, per questa ragione, stiamo studiando alcune ipotesi per l’assegnazione di una sede e la individuazione di un ufficio di segreteria".

Comments are closed.