USURA. Ministero Interni proroga termine per concessione benefici a vittime

Il Ministero degli Interni, con la legge 26 febbraio 2007 n. 17, ha prorogato i termini previsti per la presentazione delle domande per la concessione dei benefici dell’elargizione e del mutuo a favore delle vittime dell’estorsione e dell’usura. Possono presentare le domande gli imprenditori, i commercianti, gli artigiani o gli esercenti libere arti o professioni che abbiano subito un danno, un mancato guadagno od una intimidazione ambientale a seguito di attività estorsive ed abbiano denunciato i fatti oppure gli imprenditori, i commercianti, gli artigiani o gli esercenti libere arti o professioni che abbiano pagato interessi usurari ed abbiano denunciato i fatti. Le domande per ottenere dal Fondo di Solidarietà una elargizione (per le vittime dell’estorsione) od un mutuo senza interessi (per le vittime dell’usura) debbono essere presentate, entro i termini previsti, alla Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo del luogo in cui si è verificato l’evento dannoso o si è consumato il delitto (se estorsione) oppure del luogo in cui è stata presentata la denuncia all’Autorità giudiziaria o hanno avuto inizio le indagini da parte della stessa Autorità (se usura).
Le domande dovranno essere compilate su appositi moduli da richiedere alle Prefetture-Uffici Territoriali del Governo e dovranno contenere le notizie richieste ed essere corredate dei documenti che verranno indicati.

I soggetti che possono presentare la domanda sono:

1. le vittime di richieste estorsive per eventi dannosi verificatisi dopo il 1° gennaio 1990 e denunciati o accertati prima del 27 febbraio 2007;
2. le vittime di usura per fatti verificatisi dopo il 1° gennaio 1996 e denunciati o accertati prima del 27 febbraio 2007;
3. le vittime di richieste estorsive e di usura che abbiano già presentato domanda di concessione, rispettivamente, dell’elargizione e del mutuo, sulla quale non è stata adottata una decisione sino alla data del 27 febbraio 2007: presentazione di elementi integrativi su invito del Comitato di Solidarietà;
4. le vittime di richieste estorsive e di usura che abbiano già presentato domanda di concessione, rispettivamente, dell’elargizione e del mutuo, sulla quale è stata adottata una decisione.

Le decisioni di non accoglimento che possono essere prese in considerazione sono:
1. la mancanza dei requisiti soggettivi previsti dalla legge;
2. la fattispecie concreta non rientra nelle previsioni normative;
3. la mancanza del parere favorevole dell’Autorità Giudiziaria;
4. l’inerzia dell’istante;
5. la mancanza di un danno ristorabile ex art.14 della legge n. 108/96 o ex lege 44/99;
6. la somma concedibile a titolo di mutuo non consente il reinserimento dell’istante nell’economia legale;
7. la presentazione fuori dai termini previsti dalle leggi n. 108/96 e n. 44/99;
8. la mancanza di collaborazione con l’Autorità Giudiziaria.

I termini di presentazione della domanda sono:
1. le domande per la concessione dei benefici di cui ai punti 1, 2, 3 e 4 debbono essere presentate entro e non oltre il giorno 25 ottobre 2007;
2. le domande per la concessione dell’elargizione di cui ai punti 5, 7 e 9 debbono essere presentate entro e non oltre il giorno 27 giugno 2007;
3. le domande per la concessione del mutuo senza interessi di cui ai punti 6, 8 e 10 debbono essere presentate entro e non oltre il giorno 27 agosto 2007.

Comments are closed.