UTENZE DOMESTICHE. Canone Acqua Reggio Calabria, UNC: niente rimborsi, solo aumenti

In questi giorni i cittadini di Reggio Calabria stanno ricevendo le bollette per il pagamento del canone dell’acqua che risulta sensibilmente aumentato rispetto allo scorso anno. "Circa 100 euro in più per una famiglia media di quattro persone che consuma all’incirca 300 metri cubi d’acqua l’anno" denuncia la sede locale dell’Unione Nazionale Consumatori che, tuttavia, pone l’accento su un altro aspetto: "Le bollette – è questo il vero stupore dei cittadini – non contengono alcun riferimento al rimborso del 50% dei canoni 2002-2007 deliberato dal Comune lo scorso Dicembre 2009".

La Giunta Comunale di Reggio Calabria, infatti, con delibera n° 557 del 14 Dicembre 2009, aveva deciso in considerazione dell’enorme percentuale di cloruri presenti nell’acqua, di rimborsare il 50% della somma pagata a titolo di canone acqua per le zone in cui è stata erogata acqua non potabile nel periodo 2002 – 2007, limitatamente agli utenti che ne abbiano fatto espressa richiesta.

"Nessun rimborso, dunque, ma solo aumenti" spiega l’UNC "nonostante le famiglie vivono quotidianamente il disagio della totale mancanza d’acqua o della insufficiente erogazione della stessa presente esclusivamente in alcune ore serali o notturne".

Comments are closed.