UTENZE DOMESTICHE. Risparmiare consumo acqua si può, i consigli del CRTCU

Una persona consuma ogni giorno mediamente circa 140 litri d’acqua potabile ripartiti nel modo seguente: circa 3 litri per bere e cucinare; circa 5 litri per l’irrigazione; circa 8 litri per il lavaggio stoviglie; circa 8 litri per la cura del corpo; circa 10 litri per le pulizie e lavaggio auto; 17 litri per il bucato; 42 litri per la doccia e il bagno ed infine 45 litri per il WC.

Il consumo domestico di acqua potabile – spiegano dal Centro di Ricerca Tutela Consumatori e Utenti (CRTCU) – potrebbe essere limitato mediante opportuni accorgimenti così come il controllo di alcuni fattori che determinano la qualità dell’acqua, come il ph, la durezza o la presenza di nitriti e nitrati. Inoltre in ogni provincia/regione sono presenti le Agenzie per l’ambiente a cui ci si può rivolgere per approfondimenti o analisi approfondite sul tema dell’acqua destinata al consumo umano.

Per approfondire l’argomento il CRTCU ha attivato, nell’ambito del Programma generale d’intervento 2009 della Provincia Autonoma di Trento, lo Sportello Mobile del Consumatore presente in diverse località del Trentino (calendario su www.centroconsumatori.tn.it) oppure direttamente presso il CRTCU lun.-ven., con orario 10-12, 15-17.

Comments are closed.